In volo verso il Sudafrica

DAY 01 | Milano – Doha (Qatar)

Il nostro volo parte da Milano Malpensa alle ore 15:50 e quindi abbiamo la mattina comoda per gli ultimi preparativi, fare un veloce spuntino e poi raggiungere il Maggia Parking dove lasceremo la macchina in custodia per i prossimi 26 giorni ( 105€ per parcheggio scoperto )

In pochi minuti raggiungiamo in pulmino il Terminal 1 dell’areoporto e facciamo un veloce check-in ( da casa avevo prenotato i posti a sedere e stampato i biglietti, per cui si ha diritto ad una fila privilegiata rispetto agli altri passeggeri ) Voliamo su un Airbus Industrie A330-200 della Qatar Airways comodi e con un buon servizio a bordo. Arrivo puntuale e breve attesa di un paio d’ore a Doha (Qatar) per il cambio di areomobile. Il volo su Johannesburg parte nella notte.

Il nostro volo della Qatar Airways

Ci dirigiamo verso Sabie

DAY 02 | Doha (Qatar) – Johannesburg – Sabie ( 353 km )

Lasciamo il Qatar alle ore 1.10 AM e arriviamo puntuali al Tambo International Airport alle ore 8:35 con tutta la giornata a disposizione per lasciare Johannesburg. Ho pianificato il viaggio in modo da non dover pernottare in città o nei dintorni proprio per evitare la metropoli e la sua periferia, riconosciute come le zone più a rischio di tutto il Sudafrica ( furti, rapine e aggressioni ) Senza una guida/accompagnatore sarebbe imprudente andare in giro in due per le vie della città.  

Sbrighiamo velocemente e senza problemi le formalità doganali. Cambiamo 250€ all’interno dell’areoporto, prima di uscire dalla porta degli arrivi internazionali. Dopodichè ci dirigiamo al banco di accettazione Europcar per ritirare la macchina a noleggio prenotata dall’Italia ( una Toyota Yaris 1.3, famigliare- 897€ per 24 giorni )

La nostra Toyota Yaris a noleggio per questo viaggio

Grazie al navigatore satellitare Tom Tom installato sul nostro Iphone 3GS troviamo la via più breve per lasciare Johannesburg e dirigerci a est lungo la N12 fino a Witbank, imboccare la N4 e poi la R639 fino a Sabie.

Non facciamo molte soste lungo il percorso anche perchè, a dire la verità, questo primo tratto autostradale non presenta scorci panoramici o punti di interesse da segnalare. Facciamo sosta in autogrill ( che sono anche meglio di quelli italiani per pulizia e confort ) dove facciamo uno spuntino e poi proseguiamo dritti verso la nostra meta.

Prima notte in campeggio a Sabie

Sabie è un punto di arrivo strategico perchè da qui è possibile visitare la regione delle cascate, che sono numerose in questa zona. Grazie al navigatore troviamo il campeggio che ho prenotato dall’Italia e montiamo la tenda per la notte.

Poi facciamo due passi verso il piccolo centro cittadino, per fare i primi acquisti di cibo per i prossimi giorni. A queste latitudini il tramonto cade intorno alle ore 17.15 e alle 18.00 è già buio. L’escursione termica qui è notevole e già al calar del sole la temperatura scende di molti gradi. Ottima cena a lume di candela presso il ristorante del campeggio

Condividi con chi vuoi...

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *