Vivere in camper: scopri quanto abbiamo speso nel 2017

with 16 Comments

Anno nuovo vita nuova ! Questo è il nostro augurio per tutti quelli che nel 2018 hanno sogni e progetti di cambiamento. Per aiutarvi nell’arduo compito di “mollare tutto”… vi presentiamo il conto !

Benvenuti ancora una volta al nostro consueto appuntamento con il bilancio consuntivo. Anche se la nostra vita da fulltimers ci porta a vivere alla giornata, abbiamo comunque la necessità di gestire al meglio le nostre piccole risorse economiche per continuare a fare quello che ci piace: vivere “On The Road”

A giudicare dalle email e dai messaggi sui social che riceviamo quotidianamente sono sempre di più gli aspiranti fulltimers e molti di voi in nell’anno solare appena trascorso hanno cominciato questa nuova esperienza di vita.

QUANTO COSTA VIVERE IN CAMPER ?

Stiamo dunque affrontando un tema cruciale, la domanda delle domande: quanto costa vivere in camper ?
Lo ribadiamo anche quest’anno: è impossibile generalizzare. Ognuno di noi deve tenere conto di numerose variabili. La prima di tutte è limponderabile. Il fattore evento sorpresa, ciò che non ti aspetti e in quanto tale non puoi inserire in un budget annuale di spesa.

Può trattarsi di un guasto meccanico ( che prima o poi capita sempre, tiè ! ) oppure di cure mediche non previste, più o meno gravose. Può trattarsi di un acquisto più o meno inderogabile ( magari un accessorio a cui non si era pensato e oggi può servirci ), di una voglia improvvisa di qualcosa di buono, oppure il desiderio di visitare un museo o unattrazione a pagamento. Insomma, ci sono spese che è davvero difficile calcolare.

Quando compro qualcosa, non la compro con i soldi, ma con il tempo della mia vita che mi è servito per guadagnarli. José Pepe Mujica

LE NOSTRE SPESE NEL 2017

Di seguito vi presentiamo nel dettaglio tutte le principali voci di spesa che incidono sulla nostra vita da fulltimers, per consentirvi magari di fare un confronto con le spese ordinarie per vivere nella vostra casa di mattoni e cemento. Tutte le spese sotto elencate sono intese sulla base di due persone/fulltimers ( Pier e Amelie )

Manutenzione del camper: 2353,52€ ( 196.12€/mese )

Come ogni casa che si rispetti, la manutenzione è parte integrante e fondamentale del nostro budget di spesa. Questo nostro report annuale vuole essere soltanto una linea guida indicativa per i futuri fulltimers. E’ ovvio che questa è una “variabile impazzita” perché ognuno di noi vive su mezzi differenti. Dal camper nuovo di zecca che almeno nei primi anni non richiede grandi spese di manutenzione alle vecchie carrette che necessitano di continui interventi e riparazioni.

Ognuno è libero di fare come crede ma noi riteniamo che per vivere a lungo in camper sia indispensabile una corretta e costante manutenzione del mezzo. Ne abbiamo molta cura e interveniamo personalmente dove possibile o presso la nostra officina di fiducia.

Spese per la manutenzione del camper

 

L’imprevisto è sempre dietro l’angolo e bisogna mettere in conto una quota annuale per le riparazioni indispensabili: quest’anno abbiamo avuto il piacere di “incrinare” letteralmente due cerchioni nel giro di una settimana ( 240€ di spesa ); abbiamo dovuto sostituire le gomme anteriori del mezzo ( 361€ ) oltre alla sostituzione delle pastiglie dei freni anteriori e posteriori ( 223€ ) tanto per segnalarvi alcuni degli interventi a cui non abbiamo potuto rinunciare.

Ovviamente tutta la nostra casa su ruote risente di un uso costante e intensivo. Si tratta di mezzi progettati per le vacanze, per periodi limitati e non per la vita perenne. Dunque una maggiore manutenzione è d’obbligo. Per farla breve quest’anno abbiamo speso in totale 2353,52€ per interventi vari, manodopera, prodotti e accessori. Per darvi un’indicazione, negli ultimi 5 anni la media di spesa è stata di 1913€/anno per la sola manutenzione del mezzo.

Assicurazione Camper ( la nostra casa ) e  Polizza Salute: 654€ ( 54,5€/mese )

Il costo della copertura quest’anno è sceso leggermente, con l’invecchiamento del mezzo. Copre quasi tutto e include una polizza salute per l’Estero. Altre assicurazioni costano meno e potreste trovare preventivi a partire da 450€/anno ( in base alle caratteristiche e all’anno di immatricolazione del vostro mezzo )

Controllate sempre che ci siano tutte le garanzie utili per vivere tranquilli un intero anno in giro per l’Europa ! Noi abbiamo incluso dal 2016 anche la garanzia per COLLISIONI CON I VEICOLI NON ASSICURATI ( 25€  ) visto che sempre più mezzi circolano senza assicurazione.

Bollo Camper: 96€ ( 8€/mese )

E’ la nostra tassa sulla casa. Nessun commento su questa ennesima tassa ingiusta e inutile. Ma da qui non si scappa. Per lo meno non ci sono stati aumenti. E di sicuro è una spesa decisamente inferiore rispetto al bollo di una normale autovettura.

Pernottamenti: 169.49€ ( 14.12€/mese )

Possiamo paragonare idealmente il costo dei pernottamenti in aree di sosta o campeggi low-cost ad un ipotetico appartamento in affitto. Anche quest’anno i mesi trascorsi all’estero sono stati praticamente tutti in sosta libera: il 70-80% delle volte pernottiamo dunque senza pagare un soldo.

La sosta libera fuori stagione è tollerata in buona parte del bacino del Mediterraneo e spesso in posti meravigliosi ( a pochi metri dal mare per esempio o in aree faunistiche, in parchi o presso cittadine deliziose )

Spese per il pernottamento

 

Nella cifra indicata sono anche compresi i costi eventuali della corrente elettrica che normalmente incide di circa 2/3€ al giorno. Di norma non è inclusa nel prezzo ed è possibile non utilizzarla, risparmiando. Per il resto dell’anno produciamo in modo autonomo tutta l’energia di cui abbiamo bisogno grazie ad un pannello solare da 100W

Carburante Diesel: 1267€  ( 105.58€/ mese ) 

Utilizziamo il diesel anche per il riscaldamento della nostra casa, con un impianto Webasto Air Top che ha un’ottima efficienza, scaldando il nostro appartamento su ruote in tempi brevissimi e con un consumo che possiamo quantificare con un bicchiere di gasolio per ogni ora di funzionamento. Grazie al clima mite delle località in cui viviamo non utilizziamo mai il riscaldamento durante la notte ( basta un caldo piumone ) e sono pochi i mesi in cui lo utilizziamo per qualche ora al giorno.

Quando siamo in area di sosta sfruttiamo eventualmente la corrente anche per riscaldare il camper, utilizzando una stufa elettrica al quarzo con due candele separate da 400W che possono funzionare separatamente ( non sempre lamperaggio fornito in sosta è sufficiente per utilizzare tutta la potenza della stufa )

Spese per carburante

 

In totale questanno abbiamo percorso in camper 9075 km viaggiando praticamente tutto l’anno tra Italia, Francia, Spagna e Portogallo. Il budget massimo che ci siamo imposti è di circa 11.000km/anno, dunque in perfetta media. Questo ci consente di pianificare al meglio anche le manutenzioni del mezzo e di non caricare il motore con troppi chilometri ( vogliamo che duri il più a lungo possibile )

Ancora una volta ricordiamo che in Italia il carburante COSTA ! In Spagna quest’anno abbiamo fatto Diesel a 0.949€/lt ( Dato Giugno 2017 ) e la nostra media annuale per l’acquisto di carburante diesel è stata esattamente di 1.134€/lt ( il carburante nel corso del 2017 è aumentato anche in Spagna ) contro la media dell’anno precedente di 1,069€/lt

Gas propano: 242,76€ ( 20.23€/mese )

In totale quest’anno abbiamo utilizzato 13 bombole di gas per un costo medio a bombola di 18,67€ | Ancora una volta segnaliamo una grande differenza tra il costo del gas in Spagna ( quest’anno tra i 10.8€ e i 12.45€ a bombola ) rispetto all’Italia e alla Francia ( una media di 25€ a bombola )

Con il gas cuciniamo ( tre fuochi e forno: Amelia prepara spesso e volentieri torte salate, pizze e torte di mele) e scaldiamo lacqua per la doccia. Anche il frigorifero, quanto non attaccato alla corrente in area di sosta, funziona a gas. Fate un paragone con i vostri consumi casalinghi…

Telefono: 80€ ( 6.66€/mese )

Viviamo per la maggior parte dell’anno all’estero e anche quest’anno abbiamo utilizzato Skype per chiamare famigliari e amici. Fino al mese di luglio ci siamo appoggiati esclusivamente a reti wi-fi gratuite per limitare il costo delle nostre telefonate.

Spese per telefono e internet

 

Dal 15/6/2017, con l’arrivo del Roaming Like at Home, è stato stabilito la Regolamentazione Europea 2016/2286 ha stabilito che usare il cellulare durante una “permanenza temporanea” in un altro paese dellUE o usarlo nel paese in cui si vive non fa più alcuna differenza: si utilizza dunque la propria tariffa nazionale per il roaming. Come abbiamo scritto in un articolo non è proprio tutto così trasparente e chiaro: Roaming Europeo per fulltimers: attenti alle trappole !

Dunque dal mese di luglio abbiamo acquistato una sim ricaricabile Vodafone al costo di 7€ per 1000 minuti e 7GB di traffico internet che al momento stiamo utilizzando anche per l’Estero.

Lavanderia:  117,5€ ( 9.79€/mese )

Amelia è una brava massaia e sfido molte casalinghe in ascolto. Se avete in mente di fare questa vita e volete risparmiare almeno un pò dovete tirarvi su le maniche e tornare al vecchio metodo. Si lava presso lavatoi pubblici, lavandini, fiumi o in camper nel piccolo lavabo del bagno.

Solo il grosso del bucato lo si fa presso lavanderie a gettone o mentre siamo in sosta presso aree a pagamento ( in questo caso spesso le scegliamo se hanno una piccola lavanderia a disposizione oppure acqua calda e lavatoi.

Spese per lavanderia

Spese alimentari: 2422,76€ ( 201,89€/mese )

A partire dall’anno 2016 abbiamo conteggiato in modo più corretto le nostre spese alimentari. Negli anni precedenti, per comodità, inserivamo in questa voce tutti gli acquisti effettuati al supermercato. Questo comportava un calcolo errato delle spese sostenute per la nostra alimentazione. La cifra indicata ora è corretta e rispecchia quanto effettivamente spendiamo al mese per mangiare.

Spese supermercato

 

Solo cibi sani e variati. Amelia cucina sempre in camper e abbiamo abolito pranzi o cene al ristorante ( nemmeno una pizza fuori ) fatte salve rare eccezioni o se invitati. Evitiamo anche le colazioni al bar  e se abbiamo voglia di una coca cola o di un gelato li compriamo al supermercato. Si acquista a km zero, nei discount ( quasi sempre Lidl ) e ovviamente con un occhio alle offerte. A volte gli amici ci invitano a casa loro o in camper e in questo caso Amelia cucina sempre qualcosa da condividere insieme a tavola.

Prodotti per la casa: 106,79€ ( 8,89€/mese )

Abbiamo inserito in questa voce tutto ciò che acquistiamo al supermercato e che non rientra nell’alimentazione ( detersivi, stracci, spugne, sacchetti della spazzatura )

Igiene personale: 124,69€ ( 10,39€/mese )

Stiamo parlando di dentifrici, filo interdentale, lamette da barba, fazzoletti, bagnoschiuma, carta igienica, e poco altro

Bellezza: 80,08€ (6,67€/mese )

La voce “bellezza” include qualche crema viso, doposole o protettiva, dopobarba, profumo, deodoranti e qualche taglio di capelli per Amelie.

Turismo: 76€ ( 6.33€/mese )

Anche in questo caso tutto dipende dallo stile di vita che volete impostare o che potete permettervi. Noi, nonostante le innumerevoli tentazioni abbiamo scelto di vivere e di viaggiare ma non di fare i turisti. Non possiamo essere turisti. Non possiamo visitare tutte le attrazioni, i musei, i monumenti, gli spettacoli che giorno dopo giorno incontriamo. Non siamo in giro per un weekend di follia o una settimana di vacanza.

Spese per turismo

 

La maggior parte dei nostri amici e di coloro che incontriamo on the road ci chiede da quanto tempo stiamo viaggiando. Noi rispondiamo sempre che in realtà stiamo vivendo. Non stiamo facendo i turisti, non ci siamo presi un periodo sabbatico per esplorare il mondo.

Dunque, nostro malgrado, nonostante siamo in continuo movimento, dobbiamo selezionare nel corso dellanno le visite turistiche tipiche di chi va in vacanza per qualche settimana. Provate a confrontare la spesa media di una “normale” vacanza estiva di qualche settimana con il budget che vi stiamo presentando e capirete che i fulltimers non appartengono alla categoria del classico turista “mordi e fuggi”

Abbigliamento: 75,56€ ( 6,29€/mese )

Il nostro stile di vita e le condizioni climatiche che troviamo ci consentono di risparmiare molto anche sull’abbigliamento. Nella maggior parte dei casi siamo in T-shirt e pantaloncini e al massimo indossiamo un paio di ciabatte infradito.

Quante T-Shirt avete comprato nella vostra vita ? Io tantissime e mi basteranno per 10 vite. Di che altro avete bisogno ? Giacca, cravatta, gonna in pendant con le scarpe ? Lasciate perdere

TIRIAMO LE SOMME…

Eccoci al dunque. Se i miei calcoli sono esatti,  siamo arrivati alla nostra spesa finale. Una cifra mensile pari a 655.5€/mese in due ( 327.5€/mese a testa ) Troppo ? Troppo poco ? Giudicatelo voi. A noi va bene così, anche se sicuramente possiamo ancora migliorare sotto molti aspetti la nostra gestione famigliare.

A PROPOSITO DI SALUTE

Come avete visto non abbiamo voluto toccare il tasto salute. Anche la persona più sana di questo mondo avrà a che fare con visite mediche, ospedali ( magari per controlli annuali ), farmaci o altro. Anche qui dovete considerare un aumento dei costi nel corso degli anni ( è inevitabile ) legati al vostro stato di salute, patologie più o meno croniche da curare o interventi non previsti a cui sottoporsi. E la vitanon possiamo farci nulla.

E questa una voce importante e assolutamente non trascurabile nella vita di ognuno di noi.  Ed è per questo che abbiamo deciso volutamente di non inserirla nel consuntivo che vi abbiamo presentato. Vogliamo fare una considerazione, però. Le spese mediche ordinarie che sostenete a casa e fanno parte del vostro budget annuale sono le stesse che avrete vivendo in camper.

Noi pianifichiamo e sincronizziamo tutte le visite mediche di controllo e dunque mutuabili, incastrandole nel mese di agosto quando normalmente siamo in Italia. E così mentre gli italiani sono in vacanza a  godersi il sole noi giriamo per ospedali deserti in attesa di essere visitati !

Abbiamo sottoscritto una piccola ma fin’ora efficiente assicurazione sanitaria che possa in qualche modo ammortizzare i costi sostenuti allestero per eventuali cure impreviste. Ricordate che finchè viaggiate allinterno dellUnione Europea avete anche diritto a visite mutuabili e rimborsi per spese sostenute fuori dai confini Italiani.

ALCUNE CONSIDERAZIONI FINALI

Se volete cambiare vita e diventare fulltimers dovete valutare bene lacquisto della vostra nuova casa su ruote. Ovviamente se partite con un mezzo nuovo di zecca le probabilità di guasti sono molto ridotte rispetto ad un vecchio camper da 4000€ e con molti chilometri sulle spalle. Da qui l’incidenza della manutenzione annuale che abbiamo illustrato in precedenza e in proporzione il costo di vita mensile che ne deriva.

E poi dovete considerare alcune voci importanti legate al vostro stile di vita, alle vostre personali condizioni economiche e di salute, ai vostri interessi ed esigenze personali. Cosa e come vi piace mangiare ? Che tipo di sport praticate ? Avete hobbies costosi ? Amate uscire la sera con gli amici ? Cominciate da qui e fate un conto del vostro attuale tenore di vita. Potete permettervi di mantenerlo oppure siete disposti a “scalare una marcia”?


E tu cosa spendi per vivere ?
Cosa
ne pensi di questo articolo ?

Se vuoi aggiungere qualcosa, darci dei consigli o far sentire la tuo opinione o esperienza in proposito ti invitiamo a scriverci e a confrontarti con noi

Puoi lasciare un commento nel box che trovi qui sotto e se l’articolo ti è piaciuto ti chiediamo di condividerlo con i tuoi amici attraverso i social media.

La sezione commenti sul nostro blog è molto importante per noi ed è il posto perfetto per fare domande, dire cosa ti piace e cosa non ti piace, se manca qualcosa oppure raccontare le tue esperienze e le tue emozioni. Aspettiamo con ansia il tuo contributo !

16 Responses

  1. Maurizio Mauri
    | Reply

    Complimenti!!!! Auguri e……Tanti Km ancora. Ciaooooooooooooo………………..

    • Pier Galliano
      | Reply

      Grazie mille Maurizio e auguri anche a te di uno splendido 2018 “On the Road” !

  2. Ezio
    | Reply

    Grazie per il vostro report puntuale. Lo ritengo molto utile e divertente interessante. Sicuramente costa molto meno vivere da full timer che condurre una vita stanziale con resistenza fissa. Certo dai vostri resoconti si capisce che ci vuole un certo adattamento ma con lo spirito giusto è fattibile, voi ne siete un Bell esempio. Mi pare di capire che cmq è necessario avere un appoggio per un eventuale cambio di stagione del vestiario o avere un piccolo deposito per qualche masserizia.

    • Pier Galliano
      | Reply

      Ciao Ezio. Si occorre assolutamente un minimo di spirito d’adattamento ma niente di eccezionale. Per quanto riguarda il discorso del deposito, ne abbiamo parlato in un recente articolo: La casa delle cose / ma in realta’ ne potresti fare tranquillamente a meno. Noi al momento abbiamo tutto quello che ci serve per vivere ( cambi di stagione compresi ) Buona Vita !

  3. Monica
    | Reply

    GRAZIE! Articolo preciso e dettagliato come piace a me … io vorrei provare questa vita ma ora non è il momento ahimè, arriverà! 🙂
    Nel frattempo , se posso dare un consiglio, vi proporrei (se non lo fate già), autoproduzioni di detersivi, saponi, dentifrici, deodorante comprando le materie prime online … risparmio infinito (noi siamo 5! Parlo con cognizione di causa 🙂 ), meno porcherie addosso e nell’ambiente e soddisfazione meno “potere” al sistema. Noi lo facciamo ed è bello a mio avviso! 🙂
    Disposta a condividere con voi il ns sapere ma di sicuro in stagione migliore perché attualmente siamo intorno ai 2/4 gradi di giorno 😱😱😱
    Buona vita!!!!

    • Pier Galliano
      | Reply

      Ciao Monica,
      speriamo che tu riesca ad esaudire tutti i tuoi sogni. Intanto grazie per averci scritto e grazie per i tuoi consigli.
      In effetti molte cose le facciamo in casa, dal pane-piadina alla pasta alla pizza. E in parte anche prodotti per la casa, in particolare per l’igiene del nostro bagno.
      Sarebbe bello assolutamente conoscere le tue “formule magiche” e anzi magari condividerle con i nostri lettori.
      Se vuoi puoi scriverci in privato e magari ci accordiamo per preparare un articolo da pubblicare online. A presto e..Buona Vita !

  4. Marco Fratter
    | Reply

    Ciao Pier, ciao Amelia!
    In anzitutto buon anno, è sempre un grande stimolo leggervi.
    Una volta leggevo che passavate del tempo anche in Marocco, ci andate ancora oppure l’avete un po’ scartato per qualche motivo ?

    Un abbraccio

    Marco

    • Pier Galliano
      | Reply

      Ciao MArco,
      grazie per gli Auguri…ricambiamo di cuore. Devo dirti che non siamo mai andati con il camper in Marocco. Da turisti alcune volte e ce ne siamo innamorati…Credo che in futuro diventerà sicuramente una nostra meta. Un abbraccio, Pier e Amelie

  5. max
    | Reply

    articoli interessanti e ricchi di informazioni, complimenti!!!!
    vedo i costi sostenuti per la gestione e l’uso del camper in manutenzione, gasolio, assicurazione, rischi alla guida, danni, etc, (tutte cose da noi vissute) la mia domanda: ipotizzando di fare soste in italia quindi meno km, meno manutenzione, meno gasolio potremmo ipotizzare un costo ridotto del 50%, questa differenza non permetterebbe di vivere presso aree di sosta ovviamente fuori stagione nella nostra bella italia ? avete indicazioni? noi abbiamo idee in merito. grazie e buon anno.

    • Pier Galliano
      | Reply

      Sicuramente i costi sarebbero ridotti. Forse anche di un 40%…é un ipotesi…però trovare un Buon clima in Italia d’inverno non é così facile. Dovresti comunque riscaldare…In Spagna quasi mai…e poi molte aree sono chiuse in bassa stagione da noi…bisognerebbe provare.

      • max
        | Reply

        Pier e Amelia Buona sera, ci stiamo provando con grande soddisfazione, nel 2017 abbiamo trascorso circa 150 giorni in camper in nord italia tra mare e montagna, tra canoa e mtb e passeggiate, sia fuori stagione sia in agosto, abbiamo speso in media circa 5 euro al giorno….Poca spesa molta resa!!!!! quest’anno direi idem……buona vita

        • Pier Galliano
          | Reply

          Ciao Max,
          Complimenti per la vostra scelta di vita. 150 giorni sono un bel viaggiare VI auguriamo di arrivare presto a 365 ! Buona Vita e speriamo di vedervi presto on the road …

  6. cchicca
    | Reply

    salve, tutto veramente bello..invidia per tutta la vostra libertà… una domanda!! il vostro reditto è pensionistico??? buona vita

    • Pier Galliano
      | Reply

      Ciao Chicca. Purtroppo non abbiamo ancora la pensione ma per fortuna non siamo ancora troppo vecchi per riscattarla !

      Abbiamo dei risparmi frutto degli anni di lavoro e dalla vendita della nostra casa. E poi siamo diventati nomadi digitali: questo é un articolo in cui ne parliamo.

      http://www.ormesulmondo.com/una-tipica-giornata-di-lavoro

    • Pier Galliano
      | Reply

      Ciao Chicca. Purtroppo non abbiamo ancora la pensione ma per fortuna non siamo ancora troppo vecchi per riscattarla !

      Abbiamo dei risparmi frutto degli anni di lavoro e dalla vendita della nostra casa. E poi siamo diventati nomadi digitali: Ne parliamo sul blog…cerca una tipica giornata di lavoro !

  7. Fabrizio
    | Reply

    Ciao Pier e Ameil , grazie x le dritte buona vita a voi

Leave a Reply

Translate »

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie Maggiori Informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close