Le migliori soste in camper lungo la favolosa ciclabile Passa Païs

with No Comments

Da qualche giorno siamo entrati nel Parc Régional du Haut Languedoc, il secondo Parco Naturale di Francia per dimensioni. Siamo giunti dal versante orientale e abbiamo trovato una sosta ideale a Bédarieux punto di partenza ( o di arrivo ) della più lunga via verde della Alta Linguadoca ( Haut-Languedoc ) denominata “Passa Païs”. Sono ben 80 km percorribili esclusivamente a piedi, a cavallo o in bicicletta seguendo le tracce dell’antica ferrovia che collegava Bédarieux a Mazamet

Mappa della ciclabile Passa Païs nel Parco Régional du Haut Languedoc
Mappa della ciclabile Passa Païs nel Parco Régional du Haut Languedoc

E’ un’itinerario sublime che attraversa il Parco nel suo punto di maggior larghezza lungo tre vallate da cui scorrono i fiumi Thoré, il Jaur e l’Orb. Potete partire in bicicletta direttamente dall’area di sosta e raggiungere in breve la stazione ferroviaria di Bédarieux ( ancora in funzione ) e da qui seguire le indicazioni per la pista ciclabile, che parte poco più avanti.

Da qui in poi il percorso è perfettamente tracciato, con panchine lungo il cammino e pannelli indicatori. Si attraversano gli antichi ponti e viadotti in marmo e acciaio oltre a numerosi tunnel perfettamente illuminati.
La linea venne costruita tra il 1860 e il 1880 e abbandonata definitivamente nel 1986.

Amelie su uno dei tanti ponti in ferro della ciclabile Passa Païs
Amelie su uno dei tanti ponti in ferro della ciclabile Passa Païs

Abbiamo segnato per voi tutte le possibili soste in camper lungo il tratto che abbiamo percorso per facilitarvi nella scelta del vostro itinerario-punto di partenza. E allora cosa aspettate ? In carrozza !

A Lamalou-les-Bains è possibile sostare nel parcheggio lungo la via verde ( GPS: 43.5881N, 3.079358E ) a pochi passi dall’antica chiesa di Saint-Pierre-de-Rhédes, del XII secolo. Questa località è nota tra l’altro come stazione termale del XIX° secolo con belle vestigia della belle epoque. Ma il villaggio è anche un’oasi lussureggiante con il suo parco de l’Usclade e i suoi cedri maestosi.

Poco più avanti si incontra Le Poujol-sur-Orb, dove potete sostare ancora una volta lungo la ciclabile ( GPS: 43.58163N, 3.063887E ) in un parcheggio sterrato senza divieti. Si tratta di un antico villaggio raccolto attorno al castello dei Conti di Thézan ( XVI° secolo )

Il parcheggio sterrato di Le Poujol sur Orb
Il parcheggio sterrato di Le Poujol-sur-Orb

Proseguendo sempre in lieve discesa, costeggiando il fiume Orb, con magnifiche vedute sui vigneti e le vallate circostanti raggiungiamo Mons, punto strategico per esplorare le favolose Gorges d’Héric. Qui potete sostare lungo la ciclabile nel parcheggio gratuito della vecchia ferrovia ( GPS: 43.56679N, 2.960742E )

Sempre da qui potete raggiungere a piedi in poco più di un chilometro i sentieri che conducono alle gole oppure sostare nel parcheggi a pagamento proprio alla partenza degli itinerari escursionistici ( GPS: 43.57348N, 2.967565E ) Il costo dal 15/04 al 30/09 è di 6€ per tutta la giornata senza supplemento per la sosta notturna.

Proseguendo nell’ultimo tratto che abbiamo percorso ( in totale 47 km a/r ) raggiungiamo Olargues, classificato come “più bel villaggio di Francia”. Per la verità non ci è sembrato all’altezza di molti altri villaggi con la stessa denominazione, ma sicuramente vale una sosta per ammirare il Pont du Diable, che conduce attraverso strette stradine medievali alla antica torre campanaria da poco restaurata.

Essa costituita il “dongione” ( in francese donjon ) del castello medievale di cui oggi restano solo le rovine. Si trattava dunque della torre più alta, quella che serviva da punto di osservazione ma anche da rifugio ultimo in caso di assedio.

Amelie sui ruderi dell'antico castello di Olargues
Amelie sui ruderi dell’antico castello di Olargues

A Olargues potete fermarvi nel parcheggio asfaltato della vecchia stazione,  all’uscita della ciclabile. Qui i posti sono delimitati, e nei periodi più affollati potreste avere qualche difficoltà nella sosta.  E’ possibile comunque sistemarsi in alcuni punti del parcheggio, senza dare troppo fastidio ( GPS: 43.5564N, 2.915809E )

Informazioni utili:

www.voiesvertes-hautlanguedoc.fr
www.herault-tourisme.com
www.haut-languedoc-vignobles.com

 

  • AVVERTENZE
    Le cose cambiano nel tempo: le soste gratuite diventano a pagamento, i prezzi aumentano, le aree di sosta cambiano gestione o chiudono, la qualità dei servizi migliora o diventa più scadente. I parcheggi in cui fermarsi con il camper ( le cosiddette soste “tollerate” ) vengono banditi dai comuni. Ci sono periodi dell’anno ( normalmente in alta stagione ) in cui non è possibile fermarsi in sosta libera in alcune delle località descritte ( verifica sempre la data in cui abbiamo visitato la sosta )

Cosa ne pensi di questo post ? E’ stato utile ?

Sei stato anche tu da queste parti e vuoi segnalare qualcosa di utile ai nostri lettori ? Qualcosa è cambiato nel frattempo oppure hai riscontrato degli errori o delle imprecisioni ?

Puoi lasciare un commento nel box che trovi qui sotto e se l’articolo ti è piaciuto ti chiediamo di condividerlo con i tuoi amici attraverso i social media.

La sezione commenti sul nostro blog è molto importante per noi ed è il posto perfetto per fare domande, dire cosa ti piace e cosa non ti piace, se manca qualcosa oppure raccontare le tue esperienze e le tue emozioni. Buona Vita da Pier e Amelie

Leave a Reply

Translate »