Il Puy-de-Dôme, prima tappa in camper nel Parco Naturale dei vulcani d’Auvergne

Il Puy-de-Dôme, prima tappa in camper nel Parco Naturale dei vulcani d’Auvergne

Ci troviamo nel Massiccio Centrale, una vasta regione della Francia che ospita un enorme bacino di vulcani ormai estinti.  Da anni sognavo di attraversare questa regione e in particolare l’Auvergne, una terra antica e poco abitata. Anche il turismo di massa di norma non passa da queste parti, forse per il clima non sempre clemente e sempre pronto a guastare la festa !

Per questo itinerario a puntate vi proponiamo di fare base nei pressi di Clemont Ferrand, patria della casa di produzione del pneumatico Michelin. Qui abbiamo in verità visitato più gommisti che monumenti poichè proprio da queste parti abbiamo bucato per ben due volte ! Sapevate che una gomma sgonfia, con il pneumatico apparentemente non bucato potrebbe avere una crepa sul cerchione ? Ebbene…noi non lo sapevamo e in una settimana abbiamo dovuto cambiarne ben due di cerchioni. Ma questa è un’altra storia…

Panorama con nubi dalla vetta del vulcano

Ma tutto il male non vien per nuocere e il tempo trascorso in attesa di poter ripartire ci ha consentito di trovare la giustra finestra di bel tempo per attraversare ( anche se troppo velocemente ) lo splendido Parco Regionale dei Vulcani d’Auvergne.

Sosta libera nel Parco

A pochi chilometri di distanza da Clemont Ferrand, svetta il Puy de Dôme con i suoi 1465m di altezza. I puys sono i vulcani che da nord a sud si distribuiscono per oltre 120km all’interno del parco dando vita a paesaggi maestosi e panorami mozzafiato. L’intera regione è un paradiso per gli amanti degli sport all’aria aperta: dalle escursioni sui crinali ai voli in parapendio, dalla canoa alle passeggiate a cavallo. Ce n’è davvero per tutti i gusti

Terrazza panoramica sul Puy-de-Dôme

La prima sosta che vi consigliamo è proprio quella alla base del Puy de Dôme ( GPS: 45.769282, 2.984815 ) Sicuramente è una delle tappe più turistiche e affollate, data anche  la vicinanza a Clermont Ferrand e la facilità con cui si può salire in vetta. Un treno elettrico a cremagliera in soli 15 minuti porta i numerosi turisti sulla vetta.

Se vuoi saperne di più su questa sosta camper puoi leggere la nostra
SCHEDA DETTAGLIATA

A dire il vero il parcheggio è enorme e la struttura di accoglienza allestita alla base del vulcano ci è sembrata spropositata rispetto al numero di persone incontrate in un week-end di fine giugno. Comunque qui troverete sicuramente posto grazie all’enorme parcheggio riservato a camper ed autobus, con servizi di toilette e camper service gratuito. La stazione ospita un ristorante e un piccolo spazio museale e offre wifi gratuito.

Rovine del tempio di Mercurio sulla vetta del Puy-de-Dôme

Per i più volenterosi consigliamo la salita a piedi che consente di godere al meglio della natura circostante, attraversando una meravigliosa foresta. Il sentiero è adatto a tutti e la cima si raggiunge in circa 1h e 30min. Sulla vetta vi aspetta ( tempo permettendo ) un panorama spettacolare con vista a volo d’uccello sui vulcani circostanti.

Per i furgonati o camperisti con mezzi sotto i 7 metri esiste la possibilità di parcheggiare alla partenza del “Chemin des Muletiers” accorciando i tempi di salita a piedi. Da qui il sentiero per la cima del vulcano si percorre in circa 45m con 395m di dislivello. Le coordinate del parcheggio sono ( GPS: 45.763857, 2.956698 )

Un comodo sentiero circolare percorre la vetta del Puy-de-Dôme

Link Utili

www.panoramiquedesdomes.fr
volcan.puy-de-dome.fr
www.auvergne-tourism.com


Avvertenza

Le località descritte in questo articolo sono state visitate nel periodo di Giugno del 2017

Le cose cambiano nel tempo. Le soste gratuite diventano a pagamento, i prezzi aumentano, le aree di sosta cambiano gestione o chiudono, la qualità dei servizi migliora o diventa più scadente. I parcheggi in cui fermarsi con il camper ( le cosiddette soste “tollerate” ) vengono banditi dai comuni. Ci sono periodi dell’anno ( normalmente in alta stagione ) in cui non è possibile fermarsi in sosta libera in alcune delle località descritte ( verifica sempre la data in cui abbiamo visitato la sosta )

Cosa ne pensi di questo post ? E’ stato utile ?

Sei stato anche tu da queste parti e vuoi segnalare qualcosa di utile ai nostri lettori ? Qualcosa è cambiato nel frattempo oppure hai riscontrato degli errori o delle imprecisioni ?

Puoi lasciare un commento nel box che trovi qui sotto e se l’articolo ti è piaciuto ti chiediamo di condividerlo con i tuoi amici attraverso i social media.

La sezione commenti sul nostro blog è molto importante per noi ed è il posto perfetto per fare domande, dire cosa ti piace e cosa non ti piace, se manca qualcosa oppure raccontare le tue esperienze e le tue emozioni. Aspettiamo con ansia il vostro contributo !



2 thoughts on “Il Puy-de-Dôme, prima tappa in camper nel Parco Naturale dei vulcani d’Auvergne”

  • Ho scaricato anche il vostro Murales, grazie. Complimenti vivissimi a Amelia per la qualità delle immagini e a Pierluigi per il progetto .
    Vi seguo da alcuni anni con interesse , ma anche con molta invidia.

    Lo scorso anno abbiamo fatto all’andata l’itinerario simile al vostro di ritorno la meta era Le Puy-en-Velay e la zona dei vulcani , all’ ufficio del turismo di Le Puy-en-Velay – dove ci siamo fermati 2 notti in un parcheggio proprio di fronte la rocca (43000 Aiguilhe, 5 Chemin de Bouthezard 45.051,3.88226 ) -abbiamo ricevuto un interessante opuscolo edito da Michelin “ Les 100 “ Plus Beaux detours” de France http://www.plusbeauxdetours.com , in fondo all’ opuscolo cartaceo (167 pagine ) ci sono le piantine delle località con indicate le possibilità di aree o parcheggi per i camper , abbiamo trovato gli stessi opuscoli in tutti gli altri Uffici del Turismo visitati e quasi tutti con Wi-Fi gratis

    Abbiamo poi visitato anche alcune località segnalate nelle vicinanze (nessun problema per la sosta notturna ) Brioude, Issoire, Orcival, Puy-de-Dôme , Le Mont Dorè ma alla fine da Meymac siamo scappati via per il gran caldo, il 19 Luglio alle 11 di sera c’erano 30 gradi a 1000 metri nel Park nel bosco di Douglas “ Mont Bessou 19250 Meymac 45.5713,2.12874 “ qui abbiamo trovato altri 2 camper in sosta per la notte , siamo poi passati a Cermont Ferrant , dove abbiamo trovato un parcheggio vicino al centro, forse era molto caldo ma secondo noi la città non merita la deviazione.

    • Ciao,
      grazie per averci scritto e per i tuoi consigli d’itinerario. Ho tagliato alcune parti del tuo lungo post per tenere quelle più attinenti all’articolo pubblicato. Speriamo di incontrarvi presto “on the road” e scambiarci utili consigli per i nostri prossimi itinerari. Buona Vita da Pier e Amelie

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie Maggiori Informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close