Il Parco Naturale del Vercors: consigli per la sosta libera in camper

Il Parco Naturale del Vercors: consigli per la sosta libera in camper

with 2 Comments

Il Parco Naturale del Vercors è una meraviglia della natura, oasi protetta dal 1970. L’area si estende attraverso i dipartimenti Francesi del Drôme e dell’Isère per oltre 200.000 ettari. A grandi linee ci troviamo nel territorio a sud-ovest di Grenoble, che è uno dei punti di accesso principali al Parco.

Al suo interno oltre 3300 km di percorsi sono stati tracciati per gli appassionati di trekking e di mountain bike. Ma non solo, poiché molti sentieri consentono escursioni a cavallo o con gli asini, un’opzione originale per famiglie molto praticata da queste parti. E d’inverno molti percorsi sono ideali per correre con i cani da slitta o per lo sci di fondo.

Con oltre 20 aree di sosta camper e innumerevoli campeggi, il Vercors è una località perfetta per le vacanze estive, lontani dalla pazza folla !

Come arrivare

Dall’Italia l’opzione più veloce per raggiungere Grenoble è attraverso il traforo del Frejus ( A PAGAMENTO ), passando da Bardonecchia ( 370 km da Milano ) ma se avete tempo, a parità di distanza consigliamo il Colle del Monginevro ( 358 km da Milano, via Torino )

Da Cesana Torinese la SS24 ( Strada Statale 24 ) sale rapidamente in poco più di 8km fino a quota 1854m, con strappi del 9% fino al Colle del Monginevro.

ATTENZIONE: se percorrete questo tratto in discesa utilizzate bene il freno motore e controllate lo stato delle pastiglie dei vostri freni. Sul versante opposto la strada RN94 scende più docilmente, anche se con pendenze fino al 7.5% fino a raggiungere Briançon, a 1325m di altitudine.

Strade alternative

Altro importante punto d’accesso è la cittadina di Die, posta all’estremità meridionale del Parco del Vercors. Per raggiungerla potete considerare una sosta nei pressi del lago di Serre-Ponçon, la terza più importante riserva d’acqua artificiale in Europa che costituisce uno spettacolare scenario per escursioni e per la pratica di tutti gli sport acquatici ( kitesurf compreso )

Da Milano si percorrono 424km, approssimativamente la stessa distanza anche da Genova, passando sempre per il Monginevro

Un pò di Storia

Durante la Seconda Guerra Mondiale il Vercors è stato una base importante per la Resistenza Francese. Nel luglio del 1944 i Tedeschi lanciarono un violento attacco aereo sulla regione radendo al suolo numerosi villaggi. Trovate interessanti Musei della Resistenza a Vassieux e Grenoble.

“La vittoria non arrivò facilmente. A giugno e luglio, sull’altopiano del Vercors un nuovo gruppo rinforzato di maquisards si oppose a circa 15.000 soldati delle Waffen SS al comando del generale Karl Pflaum e fu sconfitto con 600 perdite. Il 10 giugno le truppe del maggiore Otto Dickmann distrussero il villaggio di Oradour-sur-Glane per rappresaglia” – Fonte: Wikipedia

Il nostro itinerario

Da Grenoble la strada dipartimentale D531 conduce in breve a Lans-en-Vercors attraversando le Gorges du Bruyant. Lans-en-Vercors è una tipica meta per il turismo famigliare che trova qui lo spazio e le attrezzature ideali per una vacanza-natura rigenerante.

Qui infatti si incontra la ViaVercors, la prima “strada dolce” di montagna che si sviluppa per 50km lungo l’antico tracciato del tram che giungeva fin qui da Grenoble. Nel tratto che congiunge Lans-en-Vercors con Villard-de-Lans scorre rettilinea e praticamente in piano per circa 7km abbracciando il panorama delle creste della Val de Lans e del Plateau des Quatre-Montagnes

Il Parco Naturale del Vercors

Sosta libera a Lans-en-Vercors

Lans-en-Vercors è un tranquillo comune con una sosta camper gratuita, posta in ottima posizione in prossimità del campo-scuola di parapendio. E’ una location davvero molto bella che ci ha trattenuto per giorni, con la possibilità di godere del volo di decine di parapendii che sfruttano le correnti ideali di questa vallata. Per info: www.lansenvercors.com

Lo spazio per la sosta camper è enorme, soleggiato e in piano ( su terra battuta ) Il CS ( Camper Service ) è gratuito e non c’è limite di permanenza sul posto: GPS: 45.124242, 5.591265

In paese non c’è molto da vedere se non la bella chiesa con campanile del XII secolo, classificata Monumento Storico Nazionale. Per i più piccoli considerate una visita alla “La magie des Automates” con oltre 350 personaggi-robot inseriti in scenari da fiaba. Per maggiori informazioni: www.magiedesautomates.com

Sosta camper a Lans-en-Vercors

Sosta libera a Villard-de-Lans

A soli 7km di distanza, Villard-de-Lans è una cittadina più movimentata, che offre numerosi spettacoli estivi gratuiti nella sua bella piazza centrale, attorno alla quale si raccolgono piccoli bistrot e negozi per turisti.

La “Maison du Patrimoine” posta nell’antico Hôtel de Ville ( Il Municipio ), presenta la storia delle Quatre-Montagne attraverso i temi della resistenza, dell’artigianato, dell’agricoltura e del clima: Per Info: www.villarddelans.com

Ma Villard-de-Lans è soprattutto sport all’aria aperta, grazie ai suoi vasti altipiani, ai sentieri nella foresta e alla grande varietà dei suoi terreni. E’ insomma il campo di gioco ideale per gli appassionati della corsa in montagna che qui trovano il più grande “resort” di Francia: una stazione di trail con sentieri perfettamente tracciati per ogni livello di difficoltà. 11 percorsi permanenti per oltre 230km di itinerari

D’inverno, sette percorsi sono ideali per la corsa sulla neve o con le ciaspole. La Stazione di Trail offre inoltre un servizio completo che va d’accoglienza con tutte le informazioni sui percorsi ad un servizio docce e spogliatoio. Una spazio dedicato all’allenamento indoor ( sala pesi e cardio fitness ) e uno spazio relax con sauna, hammam e jacuzzi. Allenatori, massaggiatori, dietisti sono sempre a vostra disposizione…

La sosta camper qui è consentita per un massimo di 48h nell’area gratuita riservata sulla collina, poco distante dal centro del paese. Molto frequentata in stagione, si riempie velocemente e consigliamo di giungere abbastanza presto sul posto: ( GPS: 45.066335, 5.555798 ) Nessun servizio di CS ( Camper Service ), solo una fontana di acqua potabile per eventuale rabbocco del serbatoio.

Sosta camper a Villard-de-Lans

Le spettacolari Gole de la Bourne

Da Villard-de-Lans si dipanano lungo la D531 le spettacolari Gorges de la Bourne che ci conducono a Pont-en-Royans. Lunga 24km questa strada è stata aperta alla circolazione nel 1872, dopo 11 anni di lavori.

Percorsa in camper è una strada da brividi, con le sue strette curve, le sporgenze rocciose e le gallerie scavate nella roccia. A tratti la strada è esposta sopra le acque della Bourne che scorre 600m più in basso !

Nei pressi dell’incrocio con la D103 che corre verso sud in direzione di Saint-Julien-en-Vercors un tabellone informativo indica la “Goule Noire” ( Gola Nera ) Un piccolo spazio è stato ricavato per qualche veicolo, per consentire ai fortunati che riescono a fermarsi qui di ammirare l’impressionante getto delle acque della Bourne che sgorgano dal plateau ( GPS: 45.073465, 5.492283 )

ATTENZIONE: verificate l’altezza del vostro mezzo ( non deve superare 3.5m ) e non sottovalutate nemmeno la lunghezza. La strada è a doppio senso di marcia con tratti di carreggiata molto stretti ed è possibile incrociare camion che trasportano legname costretti a percorrere la strada nella carreggiata contromano per non toccare le pareti rocciose !

Lungo le spettacolari Gorges de la Bourne

Sosta camper a Pont-en-Royans

Pont-en-Royans è un villaggio pittoresco riconosciuto come uno dei villaggi più curiosi della regione, per le sue case in pietra dalle facciate colorate, sospese sopra il fiume Bourne. Questo borgo medievale deve dunque il suo charme all’ingegno di uomini che nel XVI secolo hanno deciso di costruire in questo aspro territorio un villaggio “sospeso” per favorire il commercio fiorente del legno.

Noi ci siamo fermati solo di passaggio di fronte al campeggio municipale ( GPS: 45.064419, 5.337257 ) nel parcheggio condiviso con autoveicoli ( non sempre si trova posto…) La sosta qui è consentita ( Fonte: Ufficio del Turismo ) per visitare il paese. Se volete trascorrere la notte il campeggio comunale è comunque una scelta economica ( 10€ per due persone con CS gratuito e Corrente )

Proposta di itinerario. Non le abbiamo ancora percorse e dunque non abbiamo informazioni di prima mano ma ci dicono che “Le Petit Goulet” insieme alle “Grands Goulets” sono uno splendido itinerario alternativo alle Gorges de la Bournes. Se chi legge ci può fornire ulteriori indicazioni, la pagina dei commenti qui sotto non aspetta altro !

Itinerario alternativo

Per evitare le incredibili Gorges de la Bourne, è possibile percorrere la tranquilla strada dipartimentale D103 ( solo un breve tratto presenta qualche strettoia e sperone roccioso ! ) fino a raggiungere il villaggio di La Chapelle-en-Vercors, dove è possibile fermarsi in sosta libera proprio di fronte al campeggio municipale.

L’area è attrezzata con CS ( Camper Service ) a pagamento ( 2€ per 100lt. di acqua e pulizia WC ) La sosta è consentita nel parcheggio condiviso con autovetture di fianco al Municipio ( GPS: 44.968414, 5.416647 ) Per gli appassionati di golf un campo da 9 buche distribuito su 22 ettari è inserito proprio qui, nell’incredibile scenario del Vercors.

La nostra scelta ? A pochi chilometri di distanza, decisamente più accogliente la sosta camper di Vassieux-en-Vercors che vi raccontiamo di seguito… Nel frattempo potreste visitare lungo la strada la Grotta della “Draye Blanche” ( GPS: 44.939481, 5.385306 ) scolpita dalle acque sotterranee che hanno plasmato e colorato le sue splendide caverne. A richiesta tour guidati di un’ora circa.

Escursioni sul Plateau del Parco Naturale del Vercors

Sosta camper a Vassieux-en-Vercors

Vassieux-en-Vercors è un piccolo comune di 400 abitanti con una grande storia da raccontare, quella dei “maquisards”. Con il termine francese “maquis”, letteralmente “macchia”,”boscaglia” veniva indicato il movimento di resistenza e liberazione nazionale francese durante la seconda guerra mondiale. I combattenti partigiani erano detti maquisards.

Sul Col de la Chau, a pochi passi dall’abitato si trova il Memoriale alla Resistenza che invita ad entrare nei rifugi e a immergersi nella vita quotidiana dei “maquis”. Il Museo fornisce gli strumenti per capire al meglio la storia che si è svolta su queste terre.

Il comune offre un’area di sosta gratuita ( CS a pagamento, 2€ ) L’area è aperta tutto l’anno, senza limitazioni di accesso Praticamente priva di piante, è soleggiata e ben esposta con un’ottima vista sulle montagne circostanti. Nonostante sia affacciata sulla strada principale risulta piuttostro tranquilla, in armonia con la natura circostante. Diverse escursioni a piedi o in MTB partono proprio da qui ( GPS: 44.897568, 5.370005 )

Sosta camper a Vassieux-en-Vercors

Da Vassieux-en-Vercors al Col de Rousset

Pochi chilometri per raggiungere il Col de Rousset passando per il Col de St.Alexis (1222m). La strada è dolce e attraversa una zona più boschiva e ombreggiata. Si costeggia tra l’altro lo Stadio da Biathlon dedicato al campione olimpionico Raphael Poiree. Anche qui è possibile fermarsi, magari per un semplice picnic ( GPS: 44.877049, 5.407053 )

Sul Col de Rousset è possibile sostare per la notte nell’ampio parcheggio asfaltato ( leggermente in pendenza ) con servizi pubblici di toilette. Sul posto ristoranti e bar, giochi per bambini oltre ad un piccolo skate park ( GPS: 44.841081, 5.406176 )

Il nostro suggerimento ? Percorrete ancora 5km in direzione Col de la Beure ( seguire il cartello stradale sul piazzale del Colle ) per salire a quota 1400m | Qui la sosta camper e consentita in un enorme parcheggio ( in leggera pendenza ) con una vista mozzafiato sulla valle. Nessun servizio sul posto, ma numerosi itinerari per escursioni a piedi o a dorso d’asino ! ( GPS: 44.842762, 5.423267 )

Sosta camper al Col de la Beure

Da Die al Col de Rousset

Per chi giunge da sud, la cittadina di Die, posta all’estremità meridionale è anch’essa un’ottimo punto di accesso al Parco Naturale del Vercors. La strada dipartimentale D518 corre morbida fino al villaggio di Chamaloc attraverso un paesaggio “Provenzale”, con i meravigliosi profumi e i colori della lavanda. Oltrepassato Chamaloc la strada comincia a serpeggiare quasi senza fine sino al passo.

La pendenza è dolce, senza strappi e la strada abbastanza larga per ogni tipo di mezzo. Con le sue continue curve a gomito, la strada ci offre paesaggi e colori sempre diversi. Dopo aver attraversato un piccolo traforo, giungiamo al Col de Rousset ( 1367m) che ospita una piccola stazione sciistica in funzione anche d’estate per attività escursionistiche e di downhill.

Pollice verso per l’area di sosta di Die. Il parcheggio è spesso affollato e rumoroso e la sosta a pagamento davvero troppo cara (5€/9€) Molte segnalazioni ci dicono che spesso è anche difficile effettuare le semplici operazioni di scarico a causa di tombini intasati e sporcizia. Davvero un peccato, in questa regione così ospitale, dover segnalare una situazione di degrado e di scarsa accoglienza. Speriamo che il Comune tenga conto delle numerose lamentele degli amici camperisti !

Bene amici, questo è tutto per ora. Il Parco Naturale del Vercors è un’area davvero grande da esplorare e ci torneremo sicuramente. Nel frattempo aspettiamo i vostri commenti e/o suggerimenti in merito a questo itinerario.


Avvertenza

Le località descritte in questo articolo sono state visitate nel periodo di Luglio del 2018

Le cose cambiano nel tempo: le soste gratuite diventano a pagamento, i prezzi aumentano, le aree di sosta cambiano gestione o chiudono, la qualità dei servizi migliora o diventa più scadente. I parcheggi in cui fermarsi con il camper ( le cosiddette soste “tollerate” ) vengono banditi dai comuni. Ci sono periodi dell’anno ( normalmente in alta stagione ) in cui non è possibile fermarsi in sosta libera in alcune delle località descritte

Cosa ne pensi di questo post ?

Sei stato anche tu da queste parti e vuoi segnalare qualcosa di utile ai nostri lettori ?0 Qualcosa è cambiato nel frattempo oppure hai riscontrato degli errori o delle imprecisioni ?

Puoi lasciare un commento nel box che trovi qui sotto e se l’articolo ti è piaciuto ti chiediamo di condividerlo con i tuoi amici attraverso i social media.

La sezione commenti sul nostro blog è molto importante per noi ed è il posto perfetto per fare domande, dire cosa ti piace e cosa non ti piace, se manca qualcosa oppure raccontare le tue esperienze e le tue emozioni. Aspettiamo con ansia il vostro contributo !

2 Responses

  1. Ubaldo
    | Reply

    Vorrei aggiungere un punto sosta a questo interessantissimo articolo. Premetto che ci sono stato diversi anni fa e le cose potrebbero essere cambiate, ma a La Chapelle en Vercors c’è un Camping à la ferme molto carino, in pratica un grande pratone in cui si può sostare, fra galline, oche e quant’altro; nella “ferme” poi sono stati ricavati i sanitari, con tutti i servizi e leggo sul sito che ora hanno anche l’allaccio a corrente che una volta non c’era. Hanno poi un bel “potager”, un orto nel quale si può andare a raccogliere la verdura da soli, per poi passare a pesarla e pagarla dai proprietari, un ambiente sereno e traquillo accanto a sentieri e passeggiate molto belli. I prezzi poi sono decisamente interessanti.
    Camping les Réveilles – http://www.camping-lesreveilles-drome.com/

    • Pier Galliano
      | Reply

      Grazie Ubaldo. Questi sono i commenti che ci piacciono. Utili e da condividere con tutti i nostri lettori. Ancora grazie per il tuo contributo. Buona Vita !

Leave a Reply

Translate »