Amelia in posa di fronte al Santuario di Notre Dame

Sosta libera in camper nel Parco Nazionale del Mercantour


Dove siamo ?

mappa francia provenza mercantour

Ci troviamo nella Francia meridionale, al confine con l’Italia. La regione è quella Provenza-Alpi-Costa Azzurra (Provence-Alpes-Côte d’Azur ) anche chiamata con un brutto acronimo, Paca.

E’ qui che si trova lo spettacolare Parco nazionale del Mercantour, uno dei nove parchi nazionali della Francia. Esso occupa due dipartimenti della regione, quello delle Alpi Marittime e delle Alpi dell’Alta Provenza.

Scopri con noi quali sono le migliori soste in camper lungo il cammino per godere le bellezze naturali del Parco Nazionale del Mercantour


La mappa dell’itinerario

Questo itinerario ci porterà in camper alla scoperta del Parco Nazionale del Mercantour, situato tra le Alpi Marittime e le Alpi dell’Alta Provenza. Qui abbiamo percorso con le nostre mountain bikes ( MTB ) il circuito dell’Authion, nei pressi del Col de Turini.

Con un semplice click sulla mappa puoi seguire in modo interattivo il percorso che ti raccontiamo in questo articolo, con le principali tappe segnalate. Seleziona con il mouse una località per leggere la relativa descrizione con utili indicazioni per le tue soste in camper.

Scarica questo itinerario compresi i waypoint e le relative descrizioni per utilizzarli sul tuo personale software cartografico. Potrai consultarlo in modalità offline, modificarlo a tuo piacimento e utilizzarlo per pianificare il tuo prossimo viaggio da queste parti. Una figata, no ?

1. Ventimiglia

Raggiungiamo Ventimiglia, spesso definita la porta occidentale d’Italia, una città di confine che non ci ha mai particolarmente attratto forse perchè qui non è semplice fermarsi con il camper in sosta libera, anche solo per mezza giornata.

Se avete qualche ora da dedicare alla visita della città, vi consigliamo di raggiungere Ventimiglia Alta, dove si trova la Cattedrale dell’Assunta, chiesa in stile romanico costruita nel cuore della città vecchia.

Già che ci siete passeggiate per i vicoli, gli antichi carugi liguri e le piazzette di questo borgo medievale che meriterebbe di essere maggiormente valorizzato.

Sosta libera in camper a Ventimiglia

Potete fare un tentativo nel piccolo parcheggio asfaltato lungo il fiume ( a pagamento il venerdi e, pare anche il sabato per il mercato ) a pochi passi dal Camping Roma [GPS: N43.79336° E7.60236°]

Non ci sono servizi sul posto e la zona è rumorosa per la vicinanza della strada di accesso al Colle di Tenda e unica uscita dall’abitato di Ventimiglia. Il transito di veicoli è continuo, notte e giorno. Di sicuro non è la sosta migliore per fermarsi la notte.

Clicca qui per vedere la sosta con Street View

Dove posso fermarmi per la notte a Ventimiglia ?

Non ci sentiamo di consigliare la SOSTA LIBERA in camper nella cittadina di Ventimiglia, poichè i camperisti che stazionano da queste parti non sono molto ben voluti.

Non che ci siano molte possibilità per fermarsi con mezzi di grandi dimensioni come il nostro, vista la mancanza cronica di parcheggi, soprattutto nella stagione estiva. Di sicuro gli amici furgonati sono più avvantaggiati e forse troveranno qualche angolino dove fermarci. Nel caso fatecelo sapere nei commenti qui sotto.

Dal luglio 2019 anche Via Nervia e Via Basso a Ventimiglia hanno visto comparire i cartelli con divieto di sosta camper a causa delle proteste dei cittadini disturbati dalla presenza dei nostri “cubetti bianchi”

Come arrivare a Ventimiglia

  • da Cuneo si percorre la S.S. 20 Cuneo-Limone-Ventimiglia;
  • da Torino si percorre la A6 e la A10 Torino-Savona-Ventimiglia;
  • da Genova, si percorre la A10 Genova-Savona-Ventimiglia

Molte volte abbiamo percorso la strada Aurelia, di sicuro più panoramica e interessante, ma la consigliamo solo se avete molto tempo e pazienza a disposizione !

Sosta libera in camper al Col de Vescavo (430m)

Da Ventimiglia, al confine con la Francia abbiamo seguito la SS20 in direzione del Colle di Tenda. La strada non è particolarmente larga nè panoramica almeno nel primo tratto fino al piccolo abitato di San Michele.

Da qui, con una svolta a gomito, cominciamo a salire verso il vicino borgo di Olivetta San Michele. La strada, tortuosa e a tratti un pò stretta, non è molto trafficata e dunque non presenta particolari problemi di guida.

Attraversato il paese di Olivetta San Michele, dopo 500m incontriamo un agriturismo attrezzato per la sosta camper ( 10€ per la notte più 3€ per CS e 5€ per la corrente ) Decisamente troppo per i nostri gusti.

Se non volete trascorrere la notte a Ventimiglia, potete fermarvi con il camper al Col de Vescavo ( GPS: N43.88431° E7.50216° ), punto panoramico e tranquillo, ideale anche soltanto per una sosta pranzo.

Sosta pranzo al Col de Vescavo
Sosta pranzo al Col de Vescavo

2. Sospel

Dal Col de Vescavo la D93 scende verso il caratteristico villaggio di Sospel, facilmente raggiungibile anche da Mentone, da cui dista soli 20 km. Si tratta di un piccolo e tranquillo borgo medievale celebre per il suo “Ponte vecchio”, uno degli ultimi d’Europa, un ponte fortificato del XIII secolo.

Non è facile fermarsi in centro in sosta libera, ma è possibile sostare o pernottare di fianco al campeggio municipale che si trova nei pressi del complesso sportivo, in riva al fiume. A seconda dei periodi dell’anno potrebbe essere richiesta da un incaricato una tariffa di 5€ per la notte.

Sospel e il suo ponte veccio fortificato
Sospel e il suo ponte veccio fortificato
Clicca qui per vedere la sosta a Sospel con Street View
Come potete vedere si tratta di un parcheggio asfaltato proprio di fianco al campeggio “ufficiale”. A seconda della stagione un’incaricato del comune passa a riscuotere il pagamento per la sosta notturna. Al momento di scrivere questo articolo la cifra richiesta era di 5€ per la notte. Molto probabilmente se decidete di fermarvi soltanto per qualche ora non troverete nessuno a riscuotere il pagamento.

Ci troviamo ormai alle porte del Parco Nazionale del Mercantour e cominciamo lentamente a salire la spettacolare D2566 o “Route des Grandes Alpes” che fa parte di un itinerario stradale lungo 684 km che attraversa le Alpi francesi da nord a sud passando per 16 valichi alpini di cui 6 a più di 2.000 m di altezza.

La strada è una famosa tappa mototuristica e numerose sono le moto che si incontrano da queste parti. Raggiungiamo in breve il santuario di Notre Dame de La Menour ( GPS: 43.92271, 7.41133 ) posto lungo la strada in posizione panoramica spettacolare sulla Valle del fiume Bevera ( un affluente del Roia )

Sosta camper nel piccolo parcheggio del Santuario di Notre Dame La Menour
Sosta camper nel piccolo parcheggio del Santuario di Notre Dame La Menour

Attraversiamo l’abitato di Moulinet, che ha visto passare spesso il Rally automobilistico di Montecarlo, a metà cammino dal Colle di Turini e da Sospel. La strada dipartimentale D2566 che stiamo percorrendo è decisamente un’opera monumentale, sorretta da muri d’una decina di metri di altezza in certi punti, con tornanti impressionanti e una pendenza media del 7% ( il Tour de France è passato di qui per tre volte nella sua storia )

Per fortuna non si incontra molto traffico da queste parti e si può godere di una piacevole andatura “turistica” che consente di ammirare il panorama. Rari purtroppo i punti dove potersi fermare da qui fino al Col de Turini, meta della nostra prima tappa.

3. Col de Turini

Raggiungiamo il Col de Turini ( 1604m ) nel tardo pomeriggio e ci fermiamo in sosta libera per la notte nell’ampio parcheggio asfaltato nei pressi degli hotel che si trovano sul passo ( GPS: N43.97731°, E7.39184° )

Sul posto troviamo una fontana per il carico d’acqua e abbiamo utilizzato il segnale wifi degli hotel grazie alla nostra app preferita. Scoprite come in questo articolo

Sosta libera in camper sul Col de Turini
Sosta libera in camper sul Col de Turini

Per gli amanti del cinema segnaliamo che nel 1974 sul colle di Turini sono state girate le scene finali del film “Esecutore oltre la legge” di Georges Lautner, con Alain Delon, Mireille Darc e Claude Brasseur.

Facendo base al Col de Turini, il giorno seguente abbiamo percorso in MTB ( Mountain Bike ) lo splendido itinerario lungo il circuito dell’Authion.

Itinerario adatto anche per cicloturisti, senza tratti sterrati

Il circuito dell’Authion in MTB, a piedi o in camper

Panorama dell'Authion
In MTB ( Mountain Bike ) lungo il circuito dell’Authion

Noi abbiamo percorso questo itinerario in mountain bike ma è possibile effettuarlo anche in camper dalle 9 alle 19 di sera ( sosta notturna vietata ! ) seguendo la strada panoramica a senso unico, un meraviglioso balcone naturale sul Parco Nazionale del Mercantour lungo circa 10 km.

Dal Col de Turini pedaliamo per circa tre chilometri e mezzo fino al piccolo parcheggio sterrato di fronte alla capanna in legno che funge da punto informazioni. Qui camper di medie dimensioni possono sostare durante il giorno ( GPS: 43.99547, 7.41310 ) per effettuare l’escursione a piedi o in bicicletta.

Il panorama che si ammira dall’Authion, affacciato alla Valle del Roya, della Bévéra et della Vésubie dimostra chiaramente come questo territorio sia stato da sempre utilizzato a fini strategici.

Camper sul circuito dell'Authion
Un camper percorre il circuito dell’Authion

Le numerose opere militari che incontriamo lungo il percorso ( fortini, caserme, bunker ) sono stati costruiti tra il 19° e il 20° secolo dai francesi per difendersi da un’eventuale invasione italiana.

E’ possibile sostare anche nel parcheggio antistante gli impianti sciistici di Camp D’Argent, posto sulla strada ma del tutto tranquillo. La zona è molto tranquilla e poco affollata nel periodo estivo ( GPS: 43.987900, 7.399850 )

Galleria di immagini

Se questo itinerario ti ha incuriosito allora scopri nuove immagini all’interno della galleria che abbiamo preparato per te. Talvolta una fotografia è meglio di mille parole. Cosa aspetti ? Basta un semplice click ?

galleria fotografica varie foto mercantour

Per maggior informazioni

Di seguito trovi alcuni links utili per pianificare al meglio questo itinerario. Fanne buon uso…

Itinerario collegato

Prosegui questo viaggio alla scoperta del Parco Nazionale del Mercantour leggendo il prossimo articolo che ci porterà a sostare nel delizioso villaggio di Saint-Martin-Vésubie ( 928 mt. ) e alla scoperta della riserva dedicata allo studio e alla protezione del lupo, nei pressi del lago Boreon

itinerario collegato

Cosa ne pensi  di questo post ? E’ stato utile ?

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici attraverso i social media

Puoi anche lasciare un commento nel box che trovi qui sotto. Nulla è peggio della sensazione di parlare ad una platea invisibile o in una stanza vuota. La sezione commenti sul nostro blog è molto importante per noi ed il posto perfetto per farci semplici domande, dirci cosa ti piace e cosa non ti piace, se manca qualcosa oppure semplicemente condividere con noi i tuoi pensieri e le tue esperienze. Buona Vita da Pier e Amelie

Avvertenza

Le cose cambiano nel tempo: le soste gratuite diventano a pagamento, i prezzi aumentano, le aree di sosta cambiano gestione o chiudono, la qualità dei servizi migliora o diventa più scadente. I parcheggi in cui fermarsi con il camper ( le cosiddette soste “tollerate” ) vengono banditi dai comuni. Ci sono periodi dell’anno ( normalmente in alta stagione ) in cui non è possibile fermarsi in sosta libera in alcune delle località descritte

Nota della Redazione

Vuoi lasciare un commento ?

Your email address will not be published. Required fields are marked *