landrover fuoristrada amici rovingrovers kenya

In volo verso il Kenya

DAY 01 | Milano Malpensa – Amsterdam – Nairobi ( 4 agosto 2007 )

Il nostro viaggio comincia all’areoporto di Milano Malpensa, da dove decolliamo nel primo pomeriggio con un Fokker 100 della KLM per Amsterdam. In serata un volo per Nairobi decolla con un Boeing 777-200 ER Kenya Airways.

Consulta il nostro PIANO VOLI

Il tempo medio di volo da Milano ad Amsterdam è di circa 1h e mezza, mentre da Amsterdam a Nairobi il tempo medio di volo è di circa 8 ore e 10 minuti. Di seguito trovi il nostro piano voli di andata per questo viaggio

Venerdì 3 agosto 2007

Milano Malpensa GMT+1 Amsterdam GMT+1 Amsterdam GMT+1
Decollo: ore 16.00 Atterraggio: ore 17.45 Decollo: ore 21.35

Sabato 4 agosto 2007

Amsterdam GMT+1 Nairobi GMT+5
Decollo: ore 21.35 ( 03.08.2007 ) Atterraggio: ore 6.21

GMT Info (Greenwich Mean Time, “Tempo medio di Greenwich” o anche Greenwich Meridian Time, “Tempo del meridiano di Greenwich”) è la sigla che identifica il fuso orario di riferimento della Terra. Il nome fa riferimento alla città di Greenwich, un sobborgo di Londra (Inghilterra), dove ha origine, per convenzione internazionale, il meridiano fondamentale (detto anche meridiano di Greenwich) avente longitudine pari a 0°. 

Tutti gli altri fusi orari del pianeta sono definiti relativamente al tempo GMT, con un numero intero positivo o negativo a seconda che il fuso orario sia in anticipo o in ritardo rispetto all’orario GMT. In realtà, a causa della non perfetta corrispondenza tra le fasce individuate dai meridiani e i confini degli stati, esistono fusi orari che hanno un valore numerico che include anche le mezz’ore e i quarti d’ora (ad esempio il Nepal ha un fuso orario di +5:45 GMT, ovvero quando in orario GMT sono le 12:00 in Nepal sono le 17:45). 

Usa un orologio basato sulle 24 ore senza a.m. o p.m.(ante/post meridiem), di conseguenza le 12:00 mezzanotte sono in realtà le 24:00 GMT. L’inizio della giornata è per GMT l’ora 00:00. L’una del pomeriggio equivale alle 13:00 GMT, e via di seguito fino alle 24:00 GMT. L’orario in Italia è pari a GMT +1 ora (quando viene adottata l’ora solare) o GMT +2 ore (quando viene adottata l’ora legal

Prove tecniche di fuoristrada

DAY 02 | Nairobi – Njoro ( 264 km )

Il nostro volo da Amsterdam atterra puntuale alle 06:21 AM. Dopo soli venti minuti, siamo già in coda per il controllo dei visti. Di fronte a noi non ci sono più di dieci persone, ma l’impiegato è piuttosto lento nel ricevere i pagamenti e ci occorrono altri venti minuti per passare.

Per la richiesta del visto all’arrivo in areoporto occorre compilare un modulo giallo che viene distribuito in aereo oppure un modulo blu che si trova di fronte ai banchi della dogana. In alternativa è possibile scaricare il modulo prima della partenza dal sito internet

Paghiamo il visto di ingresso 50$ e alle ore 07:45 lasciamo l’areoporto con una jeep dell’agenzia di noleggio www.rovingrovers.com che abbiamo contattato dall’Italia. E’ venuto a prenderci un incaricato che ci accompagnerà a Njoro per ritirare la nostra auto attrezzata per il viaggio attraverso il Kenya. Oggi è sabato e non c’è molto traffico per le strade, ma durante la settimana è piuttosto complicato girare in auto a Nairobi.

La nostra Land Rover serie IIA 109” del 1962 pronta alla partenza
La nostra Land Rover serie IIA 109” del 1962 pronta alla partenza

Dopo circa tre ore e mezza di strada ( e numerosi posti di blocco ) giungiamo al Kembu Campsite di Njoro. La nostra vettura, una Land Rover serie IIA 109” del 1962 è pronta sul prato.

Montiamo le nostre tende e cominciamo a controllare l’attrezzatura fornitaci per il nostro viaggio. Il campeggio è molto accogliente con docce calde e possibilità di cucinare al coperto o di utilizzare il ristorante. A pranzo ci concediamo una pausa all’ombra del Kembu Bar con menù a base di omelette, insalata e patatine.

Nel primo pomeriggio ci rechiamo in città, a Nakuru per provare la macchina, fare benzina e qualche acquisto. Le banche sono già chiuse e non riusciamo a cambiare i nostri dollari. In paese i distributori accettano soltanto pagamenti in valuta locale ! Non è facile nemmeno fare acquisti senza gli scellini kenioti.

La nostra vettura non è facile da guidare: rigida, senza servosterzo e con freni praticamente inesistenti. Le strade poi sono piuttostro affollate e il primo impatto con il traffico locale non è dei più rilassanti. Acquistiamo acqua potabile in taniche da 5 litri per un totale di circa 30 litri di scorta e sistemiamo a bordo la nostra attrezzatura da campeggio. Verso sera comincia a piovere… purtroppo quest’anno il tempo è stato inclemente e assolutamente fuori dal comune.

Un meccanico ci pulisce il carburatore al lago Nakuru

Qualche problema al carburatore

Il nostro viaggio prosegue nel Nakuru National Park, istituito nel 1961, attorno all’omonimo lago, essenzialmente per proteggere la numerosissima colonia di fenicotteri rosa che qui vivevano cibandosi di microcrostacei e alghe. E sono infatti moltissimi gli esemplari che possiamo ammirare raggiungendo con il nostro fuoristrada il bordo del lago. Ma i problemi con il nostro fuoristrada sono appena cominciati…

Condividi con chi vuoi...

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *