Amelia davanti alla chiesa di Cervo in Liguria

Si parte per la Sicilia !

La pioggia di questo mese era qualcosa a cui non eravamo abituati e con nostalgia ripensiamo ad un anno fa, al caldo della regione di Murcia e alle escursioni a piedi e in mountain-bike. Comunque è tempo di nuovi progetti e dopo una “riunione di famiglia” io e Amelie abbiamo deciso che forse era venuto il momento di visitare la Sicilia che da anni desideravamo esplorare.

E da qui all’idea di un lungo “tour” lungo la nostra penisola il passo è stato breve. Siamo consapevoli che i costi potrebbero essere più elevati rispetto al costo della vita negli altri paesi del bacino Mediterraneo e forse anche la sosta libera ( anche se fuori stagione ) non sarà così scontata. A cominciare dal costo del diesel che ci costringerà a rivedere la lunghezza delle nostre tappe mensili.

Ma il tempo non ci manca ( salvo imprevisti ) e così dai primi giorni del mese di febbraio riprenderà il nostro viaggio “on the road” seguendo dapprima le coste del Mediterraneo occidentale fino allo stretto di Messina ( circa 1500 chilometri ) proseguendo con il periplo della Sicilia ( circa 1000 chilometri ) e infine il ritorno che si svilupperà forse all’interno del nostro bel paese per evitare le orde di turisti dei mesi estivi.

da DIANO MARINA (IM) a LUCETO (SV)
giorni trascorsi in camper: 644

Finalmente una giornata di tregua dal maltempo. Ne approfittiamo per far entrare un pò di sole in casa e asciugare le pareti umide del nostro camper. Giorni e giorni di maltempo hanno flagellato il paese e anche qui in Liguria ci sono state numerose frane e allagamenti. E ancora le previsioni non annunciano nulla di buono, ma noi abbiamo deciso che è giunto il momento di muoverci.

Evitiamo per motivi di budget l’Autostrada dei Fiori e scegliamo di percorrere la via Aurelia, davvero molto lenta in alcuni tratti, ma che offre scorci e panorami splendidi sul Mar Ligure e ci permetterà di attraversare ed eventualmente visitare località rinomate lungo la costa. La nostra prima tappa ci porta a Luceto, dove per dovere di cronaca non c’è nulla di particolarmente interessante, ma qui ci avevano segnalato la possibilità di sostare tranquillamente presso i parcheggi della cittadina. Noi ci siamo sistemati per la notte nei pressi della locale chiesa, nel parcheggio sterrato antistante l’ingresso. Al secondo giorno di permanenza ci è stato gentilmente chiesto di allontanarci perchè l’area ( non recintata e senza alcun cartello di divieto ) era di proprietà della parrocchia e non si poteva sostare.

Il nostro camper in sosta a Luceto


Cosa ne pensi di questo post ? E’ stato utile ?
Se l’articolo ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici attraverso i social media

Puoi anche lasciare un commento nel box che trovi qui sotto. Nulla è peggio della sensazione di parlare ad una platea invisibile o in una stanza vuota. La sezione commenti sul nostro blog è molto importante per noi ed il posto perfetto per farci semplici domande, dirci cosa ti piace e cosa non ti piace, se manca qualcosa oppure semplicemente condividere con noi i tuoi pensieri e le tue esperienze. Buona Vita da Pier e Amelie

Tags: No tags

2 Responses

Vuoi lasciare un commento ?

Your email address will not be published. Required fields are marked *