Africa

strada sterrata pista namibia featured

La sottile linea rossa

Tra Grootfontein e Rundu la strada B8 attraversa il punto di controllo per le malattie animali. Si tratta di una recinzione che a tutti gli effetti separa il bestiame dei ranch a sud, dagli animali che si trovano a nord di questo punto veterinario.

panorma namibia piante grasse featured

Verso il confine con il Botswana

Proseguiamo il nostro viaggio spostandoci sempre più a est, verso la remota località di Tsumkwe raggiungibile seguendo la strada C44, in discrete condizioni. Non sempre si trova carburante da queste parti e occorre pianificare con molta attenzione il proprio itinerario, portandosi dietro almeno qualche tanica di scorta.

tramonto etosha park namibia featured

Tre notti nell’Etosha National Park

L’Etosha National Park occupa oltre 20.000 chilometri quadrati, dei quali un quarto occupato da un deserto di sale. E appunto il nome Etosha significa “grande luogo bianco”, proprio in riferimento al colore principale del suolo a causa della sua salinità. Un tempo questo parco costituiva la più grande riserva faunistica del mondo, poi ridimensionata nel corso degli anni.

pitture rupestri twyfelfontein namibia featured

Le pitture rupestri di Twyfelfontein

Siamo diretti a Twyfelfontein, situata in una verdeggiante vallata della Namibia. Il popolo dei Damara la chiamava Uri-Ais, “sorgente saltellante”. Ma i primi coloni bianchi che provarono a insediarsi qui nel 1947 non trovarono la sorgente, e ribattezzarono il luogo Twyfelfontein, che significa “sorgente dubbia”.

skeleton coast nave affondata motociclista featured

Seguendo la suggestiva Skeleton Coast

Un tempo questa località era particolarmente inospitale e difficile da raggiungere per via del deserto che si estende per decine di chilometri verso l’interno e dal mare è difficile avvicinarsi a causa delle forti onde causate dalla corrente del Benguela. Per questo i boscimani la definivano “terra che Dio ha creato con rabbia” e i portoghesi “as areais do Inferno”, le sabbie dell’Inferno.

duna albero secco namibia

Alba sulle dune di Sossusvlei

L’alba è di sicuro il momento migliore per godere questa meraviglia della natura. Il paesaggio delle dune di sabbia assume una colorazione intensa compresa fra il rosa e l’arancione. Questo fenomeno è dovuto alla presenza di particelle di ferro nella sabbia e alla sua relativa ossidazione. I colori cambiano continuamente mentre il disco dorato segna il nascere di un nuovo giorno. Le dune più antiche assumono il colore rosso più intenso.