Vivere viaggiando, scoprite come con l’autobus di Will e Alyssa

Vivere viaggiando, scoprite come con l’autobus di Will e Alyssa

Comincia questa settimana con la collaborazione di Habitissimo e della Interior Designer Martina Pissinis un viaggio alla scoperta degli allestimenti più interessanti di veicoli su ruote.

Vi immaginate vivere in un autobus ? Ebbene sì, c’è chi sa perfettamente cosa voglia dire, come i nostri protagonisti di oggi ! Alcune famiglie hanno deciso di trasformare e ristrutturati mezzi ormai “vecchi” ed inutilizzati, con un loro fascino speciale, in residenza abituale: in una sorta di “casa fissa”. Probabilmente non tutti avrebbero il coraggio di fare una cosa del genere ma sicuramente questi esempi serviranno da lezione e aiuteranno a far capire a molti che: anche gli spazi piccoli posso trasformarsi in posti confortevoli in cui vivere !

L’autobus di Will e Alyssa

Will Hitchcock e Alyssa Pelletier desideravano da tempo trasformare un autobus nella loro dimora, una sorta di “sogno ir-realizzabile”. Fu quando trovarono un bus, in vendita a soli 5500 dollari, che decisero trasformarlo in realtà. Il problema più grande era dovuto al fatto che volevano potersi spostare, una sorta di casa in movimento, una vera e propria abitazione su ruote, ultimamente molto di moda negli Stati Uniti.

30000 dollari è ciò che la coppia ha speso in totale per costruire questa casa alternativa. Solo 2000 dollari per le riparazioni e la manutenzione iniziale necessarie per poter metter in moto il progetto. Ma il grosso della spesa è dovuto alla ristrutturazione e decorazione degli interni: eliminare tutti i sedili, mettere l’isolante, l’elettricità, le tubature e rivestire tutto in legno…

L’autobus è un GMC BlueBird del 2001. Il vecchio autobus è stato il punto di partenza per molte ragioni, principalmente per un motivo economico: 5500 dollari la spesa iniziale ma con l’obiettivo finale di ottenere uno spazio abitativo enorme, di quasi 200 metri quadri !

Sono occorsi diversi mesi di pianificazione prima di cominciare la ristrutturazione vera e propria. Ma alla fine il risultato è sorprendente, come potete vedere da queste immagini tratte dal loro blog che vi consigliamo di visitare

L’ingresso

L’ingresso conserva l’originale sedile del conducente e il pavimento è stato restaurato che un materiale resistente e antigraffio. Gli amici possono entrare con gli scarponi o con i vestiti bagnati e cambiarsi qui. C’è molto spazio anche per stivare oggetti e lasciare borse e borsoni prima di entrare nella zona abitativa.

IMAGE FROM OUTSIDE FOUNDIMAGE FROM OUTSIDE FOUND

THE LIVING ROOM

Il salotto, proprio dietro l’area del conducente, è uno splendido spazio multifunzionale. Sulla sinistra i ragazzi hanno sistemato un divano molto comodo con un capiente deposito sotto la seduta. Sulla destra si trova lo spazio aperto di fianco alle ampie e luminose finestre con il tavolo da pranzo.

IMAGE FROM OUTSIDE FOUND

L’UFFICIO

Questa è la parte della casa che mi piace di più ! Un comodo spazio per lavorare da vero nomade digitale. E’ posto quasi di fronte alla cucina, lasciando uno spazio aperto e comodo per due persone e cosi anche quando Alyssa cucina, Will può tranquillamente utilizzare il suo computer. E quando entrambi sono al lavoro possono stare comodamente seduti come in un vero ufficio ! ( Magari su una spiaggia, fronte mare… )

L’impianto elettrico del bus è gestito e controllato dalle centraline che vedete nella foto e tutta l’energia è fornita da potenti pannelli solari posti sul tetto del bus.

IMAGE FROM OUTSIDE FOUNDIMAGE FROM OUTSIDE FOUND

LA ZONA NOTTE

Il letto è grande anche se a noi sembra un pò sacrificato, così incastrato fra le pareti in legno. Personalmente non amo questo tipo di soluzione perchè di sicuro è poco pratico mettere le lenzuola e il copriletto senza spazio ai lati.
Lo stesso problema che abbiamo noi con il letto in mansarda. Comunque, finchè sono giovani… Anche qui lo spazio di carico è ottimizzato sfuttando la struttura del letto con ampi cassetti per la biancheria.

IMAGE FROM OUTSIDE FOUNDIMAGE FROM OUTSIDE FOUND

Insomma ragazzi. Un’investimento economico non indifferente ma che ha portato la coppia ad ottenere un ottimo risultato: una casa in cui vivere, lavorare e viaggiare tutto allo stesso tempo !

Articolo a cura di  Martina Pissinis, per Habitissimo

Cosa ne pensi di questo post ? E’ stato utile ?

Puoi lasciare un commento nel box che trovi qui sotto e se l’articolo ti è piaciuto ti chiediamo di condividerlo con i tuoi amici attraverso i social media.

La sezione commenti sul nostro blog è molto importante per noi ed è il posto perfetto per fare domande, dire cosa ti piace e cosa non ti piace, se manca qualcosa oppure raccontare le tue esperienze e le tue emozioni. Aspettiamo con ansia il vostro contributo !



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie Maggiori Informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close