Sosta libera in camper nel cuore dell’Andalusia

with No Comments

Come spesso accade, le nostre rotte sono tracciate non soltanto in base alle località che ci interessa visitare, o alle soste migliori dove fermarsi in camper ma anche da normali contrattempi che ci capitano nella vita di tutti i giorni.

Già da qualche tempo avevamo notato un odore acido provenire dalle pareti del frigorifero e normalmente questo non è un buon segno. Era improbabile che si fossero infiltrate particelle di cibo, poi andate a male. E così, dopo qualche giorno, ci siamo ritrovati con il frigo guasto.

Una veloce ricerca su internet ci ha portato dalla Costa del Sol fino a Valderrubio, a pochi chilometri da Granada nel freddo cuore dell’Andalusia. E sì perchè abbiamo costeggiato il Parco Naturale della Sierra Nevada, con le sue cime innevate all’orizzonte. Il vento di questi giorni ha reso l’aria molto fredda e le temperature molto più basse che non sulla costa caliente dove eravamo fermi piacevolmente in sosta.

Valderrubio è un piccolo pueblo dove ogni giorno giungono in pellegrinaggio pulman carichi di turisti in visita alla casa natale di Federico García Lorca. Non c’è altro da fare o da vedere da queste parti. Ma è qui che lasceremo il nostro frigorifero per almeno una settimana.

E così, in attesa della riparazione e di un pezzo mancante in arrivo dalla Germania, abbiamo visitato alcune interessanti località che vi proponiamo qui, nel cuore dell’Andalusia. Ci siamo spostati per qualche giorno ad Archidona, un pittoresco e tranquillo comune sovrastato dalle rovine di un castello arabo, trasformato in parte nel XVIII secolo in un Santuario dedicato alla Virgen de Gracia. Il comune fornisce una piccola area di sosta gratuita ( GPS: 37.09103N, -4.3887W ) con tutti i servizi. In questo periodo dell’anno le giornate sono soleggiate ma la temperatura può scendere di molti gradi durante la notte.

Amelia e il panorama dal Santuario della Virgen de Gracia

A soli 25 km di distanza non mancate di visitare Antequera, con le sue infinite chiese e la splendida Alcazaba, la cittadella fortificata ancora in ottimo stato di conservazione. Recentemente la municipalità ha raddoppiato il numero di posti riservati ai camperisti, con tutti i servizi gratuiti di CS ( Camper Service ). La sosta è proprio di fronte al comando della Polizia Municipale ( GPS: 37.021257N, -4.571229W )

Lo spettacolare Parque Natural del Torcal de Antequera si trova a soli 16km più a sud ed è una meta da non perdere. Definito la “città pietrificata”, presenta un paesaggio carsico davvero unico e indimenticabile. In questa terra preistorica potrete passeggiare tra giganteschi blocchi di marmo erosi dalla pioggia e dai venti. Formazioni rocciose incredibili in un paesaggio unico e indimenticabile. La strada per raggiungerlo è comoda e si restringe soltanto negli ultimi 3 chilometri in forte salita.

Amelia nel Parco Naturale del Torcal

E’ possibile parcheggiare più in basso e percorrere a piedi ( sono circa 4km di sentiero ) la salita verso il centro visitatori( GPS: 36.95290N, -4.54439W ) Se decidete di raggiungere il piazzale alto ( a quota 1300 metri ) vi suggeriamo di arrivare presto la mattina poichè i posti riservati ai camper ( o bus turistici ) non sono molti.

Venti chilometri a nord di Antequera si trova la bella Laguna de Fuente de Pedra, la più grande area riproduttiva dell’Andalusia dove potrete ammirare gli splendidi fenicotteri rosa e molte altre specie di uccelli. Per la verità quest’anno la laguna ha sofferto della mancanza d’acqua e l’area in questo periodo dell’anno era davvero poco popolata. L’ottimo centro visitatori dispone di un ampio parcheggio (GPS: 37.132677N, -4.742634W ) dove poter sostare con il camper ( sosta notturna vietata ). Per la notte potete fermarvi nel piccolo pueblo di Fuente de Pedra, in qualunque stradina. Noi ci siamo fermati qui ( GPS: 37.137468N, -4.735455W )

E per finire vi salutiamo con il nostro video, ormai divenuto “virale” su come non si dovrebbe smontare il frigorifero del camper. E voi avete mai smontato il vostro frigorifero ? Buona Vita da Pier e Amelie

Leave a Reply

Translate »