Soltanto 7 minuti per caricare il nostro camper !

with 2 Comments

Ovviamente una provocazione…in questo video vi mostriamo come sistemiamo i nostri bagagli all’interno del camper. Con il tempo abbiamo imparato a sfruttare ogni anfratto, ogni minimo spiraglio per portare con noi tutto quello che ci serve per vivere. E voi…quanto tempo impiegate per preparare il vostro mezzo ?

Con i nostri video cercheremo di raccontare la nostra vita di tutti i giorni, provando a catturarne l’essenza e di trasmettere un messaggio positivo a tutti coloro che vogliono avvicinarsi al mondo dell’outdoor e della vita all’aria aperta. Vivere da “fulltimers”, 365 giorni a bordo di una casa su ruote può sembrare complicato. In parte forse lo è, ma per noi è anche l’esperienza di vita più incredibile che ci sia mai capitata.

Trovate tutti i nostri video sul
Canale Youtube di Ormesulmondo
Non dimenticatevi di ISCRIVERVI !

 


Fateci sapere cosa ne pensate di questo post
Se l’articolo vi è piaciuto fatelo conoscere ai vostri amici attraverso i vostri social media

Lasciate un commento nel box che trovate qui sotto. Nulla è peggio della sensazione di parlare ad una platea invisibile o in una stanza vuota. La sezione commenti sul nostro blog è molto importante per noi ed il posto perfetto per farci semplici domande, dirci cosa vi piace e cosa non vi piace, se manca qualcosa oppure semplicemente condividere con noi i vostri pensieri e le vostre esperienze.

2 Responses

  1. Lorenzo
    | Reply

    Ciao,vi seguo da tempo ormai,e devo dire che la vostra scelta di vita a me e alla mia compagna e sempre piaciuta,avrei da dirvi e da chiedervi molte cose ma mi soffermo su di una in particolare,la vita da fulltimers a 365 gradi come la definite voi è assolutamente condivisibile,però voi siete anche privilegiati dal fatto che uno di voi ha un appoggio a Diano Marina e l’altro sul lago d’Orta se non erro,è proprio dai vostri racconti mi rendo conto che proprio 365 giorni non sono,ma non è questo il punto,ma per poter prendere una decisione così importante bisogna come voi avere le spalle coperte…So anche che avevate due abitazione che avete venduto prima di iniziare questa vita che ovviamente vi permettono di avere della liquidità… detto questo però siete stati lo stesso coraggiosi e bravi a raccontare i vostri diari di viaggio,pensate che noi in alcuni posti segnalati da voi ci siamo andati,non ultimo il campeggio a Marina D’or in Spagna a capodanno,precisamente il Torre la sal 2.Vorrei comunicare con voi ancora ma purtroppo non ho vita…

    • Pier Galliano
      | Reply

      Ciao Lorenzo e grazie per averci scritto. Noi ci consideriamo “fulltimers” a tutti gli effetti anche se per dovere di cronaca abbiamo i nostri affetti in Italia. I genitori di Amelie vivono come hai scritto sul Lago d’Orta e qui ci ospitano per circa un mese o due all’anno. In quel periodo ne approfittiamo per sistemare il mezzo e fare il nostro “tagliando” medico. Sicuramente una comodità, ma di cui potremmo fare a meno senza problemi. La nostra vita è la ormai è sulla strada e credimi, facciamo entrambi fatica a vivere tra quattro mura. Io in particolare non riesco proprio ad adattarmi. Ma credo che i genitori di Amelie faticherebbero a capire se decidessimo di dormire in camper nel loro giardino !

      A Diano Marina l’anno scorso abbiamo vissuto quasi sette mesi per dare un supporto alla mamma che aveva problemi di salute. Non abbiamo fatto un giorno a casa sua e abbiamo deciso di vivere sempre in area di sosta, cosa che ci ha consentito di gestire più facilmente le emergenze di quei giorni.
      Entrambi abbiamo lavorato e messo da parte risparmi, comprato casa e poi venduto tutto e questo, come dici tu ci ha dato la possibilità di mollare tutto. E’ vero siamo privilegiati in questo rispetto a molti che non hanno niente. La vita ci ha regalato molto e siamo grati per ogni giorno che trascorriamo “on the road”. Un abbraccio, Pier e Amelie

Leave a Reply

Translate »