Lussan, il “vascello medievale” e le Gorges d’Aiguillon. I nostri consigli per la sosta in camper

with 4 Comments

A pochi passi dal Pont du Gard e dalla bella cittadina di Uzès, Lussan ci ha sedotto con la sua splendida silhouette tipica dei villaggi arroccati. Costruito sui resti di un’antica cittadella fortificata, nel cuore della garriga meridionale del Gard, questa località è soprannominata il “vascello medievale”.

Cartina dell'area geografica di Lussan
Cartina dell’area geografica di Lussan

Per noi è stata davvero una piacevole sorpresa, fuori dai tracciati delle guide turistiche ma davvero meritevole di una sosta in camper ( GPS: 44.154237N, 4.367429E ) Come sempre abbiamo preparato per voi una dettagliata [ SCHEDA TECNICA ] 

Il parcheggio sotto le mura è perfetto per la visita alla cittadella, raggiungibile con il sentiero che costeggia l’antica fucina dismessa nel 1960 e oggi trasformata in spazio culturale. Non mancate la passeggiata lungo il cammino delle mura dove è possibile ammirare uno splendido panorama sulle terre circostanti e, nelle giornate più terse, sulle Cévennes, sul Mont Ventoux e perfino sulle Alpi.

Lussan racconta una storia antica attraverso le sue stradine lastricate, le dimore storiche e le fabbriche oggi restaurate dove un tempo si filava la seta. Suggestiva anche la sagoma del suo castello di stile Rinascimentale che oggi ospita il comune.

Panorama dalle mura di cinta di Lussan
Panorama dalle mura di cinta di Lussan

Se avete bisogno di fare camper-service potete dirigervi qualche chilometro più a nord verso Fons sur Lussan, un piccolo borgo senza infamia e senza lode ma con una perfetta area di sosta gratuita appena ristrutturata ( GPS: 44.18521N, 4.33167E ) Carico acqua da colonnina a pagamento ( gettoni presso la locale “epicerie”, 2€ ) Disponibile anche una presa di corrente per una carica a tempo.

Da Lussan ci siamo spostati di qualche chilometro per un’escursione verso la località detta le Concluses, uno degli spazi naturali più belli del Gard. La strada D643 è percorribile in camper senza difficoltà attraversando la fitta macchia ( la tipica garigue francese ) fino a raggiungere dopo circa 6 km il parcheggio da cui parte il sentiero che conduce alle Gorges de l’Aiguillon ( GPS: 44.1817N, 4.404124E ) 

D’estate la zona potrebbe essere molto affollata e nel piccolo parcheggio è riservato un solo posto per camper. Fuori stagione non avrete grosse difficoltà di sosta anche se ad ottobre abbiamo trovato ancora molte macchine di escursionisti. Possibilità di sosta notturna ma la zona è molto isolata.

Dal parcheggio indicato è possibile seguire un facile itinerario con interessanti pannelli interpretativi ( 1.1 km ) fino alla base delle gole, dove potrete ammirare Le Portail. Si tratta di una conformazione rocciosa causata dall’erosione del fiume che ha creato una specie di facciata, di portale naturale che si può percorrere per un tratto, se il letto del fiume è asciutto.

Una panoramica nel letto asciutto dell'Aiguillon
Una panoramica nel letto asciutto dell’Aiguillon

Se volete proseguire su un tratto più impegnativo, potete risalire le gole dal versante opposto per altri 2 km con alcuni tratti esposti ma non difficili e raggiungere la famosa Pierre Plantée, un notevole Menhir del Neolitico alto 5.6m, uno dei più alti del sud della Francia.

amelia gorges aiguillon menhir pierre plantee
Una veduta dalle gole dell’Aiguillon. Di fianco Amelia posa davanti al grande Menhir
  • AVVERTENZE
    Le cose cambiano nel tempo: le soste gratuite diventano a pagamento, i prezzi aumentano, le aree di sosta cambiano gestione o chiudono, la qualità dei servizi migliora o diventa più scadente. I parcheggi in cui fermarsi con il camper ( le cosiddette soste “tollerate” ) vengono banditi dai comuni. Ci sono periodi dell’anno ( normalmente in alta stagione ) in cui non è possibile fermarsi in sosta libera in alcune delle località descritte ( verifica sempre la data in cui abbiamo visitato la sosta )

Cosa ne pensi di questa segnalazione ? E’ stata utile ?
Tienici aggiornato e segnalaci eventuali errori di compilazione, imprecisioni o variazioni nelle caratteristiche della sosta descritta. Il tuo aiuto è fondamentale per tutti gli amici camperisti e in generale per la comunità che vive e viaggia “on the road” !

4 Responses

  1. antonio e raffaella
    | Reply

    Salve amici :molto bella e dettagliata la vostra descrizione ma vi state trascinando lì il bel tempo ?sembra sempre estate! un abbraccio .noi siamo rientrati da Diano Marina già da una settimana e qui in Vallecamonica il tempo è un po’ variabile e freschino buona continuazione

    • Pier Galliano
      | Reply

      Ciao ! Effettivamente è stato un ottobre davvero meraviglioso. E pare durerà ancora. Noi comunque ci muoviamo dove il tempo è bello !

  2. enzo
    | Reply

    Enzo e Rita vi salutano ricordi di Spagna cala Carolina e d,intorni

    • Pier Galliano
      | Reply

      Ciao ragazzi. Un abbraccio e un arrivederci a presto !

Leave a Reply

Translate »