L’incredibile Cirque du Navacelle: ecco come raggiungerlo in camper

with No Comments

Le Cirque du Navacelle non si riferisce ad un’attrazione circense o ad uno spettacolo teatrale, bensì ad un incredibile fenomeno geologico nel cuore delle gole del fiume Vis, un canyon che ha intagliato gli altopiani carsici ( le Causses ) di Larzac a sud, di Blandas e di Campestre a nord. Il favoloso Parco Naturale delle Cevennes si trova poco più a nord.

Mappa dell'area del Cirque du Navacelle
Mappa dell’area del Cirque du Navacelle

Ad un certo punto, ad una profondità di 300 metri, il fiume Vis ha abbandonato il suo corso prendendo una direzione più rapida, lasciando una cascata di 8 metri di altezza in un meandro di enormi dimensioni. Basti pensare che in questo meandro si trova oggi il piccolo villaggio di Navacelle, punto di partenza di meravigliose escursioni nella zona.

Due spettacolari belvedere sono stati allestiti sui margini opposti del canyon. Noi li abbiamo visitati entrambi e vi segnaliamo dove sostare con il vostro camper per godere di questa meraviglia naturale.

Vista panoramica del Cirque du Navacelle dal versante sud
Vista panoramica del Cirque du Navacelle dal versante sud
Come arrivare…

Molte sono le strade di accesso e la più semplice per il versante meridionale del sito è quella che segue la D130 da Saint-Maurice-Navacelles, proveniendo da Montpellier ( uscita autostrada Le Caylar )

Noi abbiamo adottato un approccio diverso, su una strada di sicuro più complicata e che vi consigliamo solo fuori stagione. Proveniendo dalle parti di Nîmes, ad ovest, siamo passati da Ganges, considerata la porta d’accesso delle Causses e Cevennes. Qui potete fare provviste prima di entrare nella “true wilderness” !

Fate molta attenzione alla circolazione soprattutto nei periodi di alta stagione. Le strade sono strette e tortuose, non tutte ideali per veicoli di grandi dimensioni.

Da Ganges la strada consigliata per il Cirque du Navacelle passa da Gorniès. In effetti abbiamo guidato lungo una carreggiata piuttosto ampia e con tratti molto pittoreschi con i colori dell’autunno, attraverso tratti di folta macchia boschiva, costeggiando il fiume Vis. Ci sono alcune possibilità di sosta, magari per un pranzo, poco prima di giungere a Madières.

A Madières troverete un piccolo parcheggio ( divieto di sosta notturna per i camper ) ma nulla di più ( GPS: 43.85447N, 3.564927E ) Da qui potete seguire la D25 ( strada consigliata per il belvedere sud di Navacelle ) oppure la D48 che punta al versante nord.

Noi abbiamo “affrontato” questa strada che non è particolarmente difficile, anche se molto tortuosa. Numerose strettoie lungo il percorso ci fanno temere per il traffico in alta stagione. A fine ottobre però abbiamo incontrato una sola autovettura.

Una volta raggiunto l’altipiano, troverete una strada più larga, facilmente praticabile senza intoppi fino al villaggio di Blandas. Seguite le indicazioni per il parking del Belvedere a soli 3 minuti dal villaggio ( GPS: 43.90308N, 3.515305E ) L’area è stata da poco ristrutturata con accessi per disabili, un centro accoglienza, un ristorante e numerosi punti panoramici con tavole interpretative che spiegano la formazione di questa incredibile curiosità geologica.

Ci troviamo a circa 600 metri di quota e il panorama sui canyon delle “causses” e sul villaggio di Navacelle, 300 metri più in basso,  è da mozzare il fiato. Un vero colpo al cuore che ha valso al Cirque de Navacelle la denominazione di Grand Site de France.

Escursione alla sorgente del Vis e ai mulini de la Foux

Non perdetevi questa camminata ( difficoltà medio/facile ), ben segnalata, che parte dal belvedere sud e vi condurrà verso la spettacolare sorgente del Vis, dove il fiume appare dalla roccia con una potenza incredibile intagliando una profonda gola sulla quale sorge un favoloso mulino restaurato di epoca medievale

Il mulino della sorgente de la Foux
Il mulino della sorgente de la Foux

L’attraversata del Cirque de Navacelle, passando per l’abitato di Navacelle è fortemente sconsigliata nei periodi di alta stagione ( ma considerate anche i week-end di bassa stagione ) per la forte pendenza della strada e soprattutto gli stretti tornanti, oltre alla carreggiata ridotta. Divieto d’accesso per mezzi superiori ai 10m di lunghezza ! 

E’ comunque tollerata la sosta camper nel parcheggio all’ingresso dell’abitato di Navacelle ( GPS: 43.89397N, 3.510646E ) Da qui parte un bel itinerario a piedi che vi condurrà alla sorgente del Vis e ai mulini de la Foux ( vedi sopra ) passando però lungo le gole della Vis ( 4km sola andata ) con vista sulla cascata di Navacelle. Ricordate che d’estate esiste un servizio navetta (1.5€) che accompagna gli escursionisti dai belvedere al villaggio e vice versa. 

Amelia di fronte al villaggio di Navacelle
Amelia di fronte al villaggio di Navacelle

Per gli appassionati di bicicletta possiamo consigliare la discesa verso il villaggio di Navacelle, circa sette chilometri assolutamente panoramici, con pendenze che raggiungono il 10% ( dunque da affrontare poi durante la risalita ! )

La traversata dei belvedere

Alla fine di ottobre, con meno turisti e minor traffico sulle strade, studiando l’orario migliore per transitare abbiamo deciso di tentare la traversata dal belvedere nord al belvedere sud ( la Baume Auriol ) Per la verità diversi camperisti hanno fatto la nostra stessa traversata in questo periodo e come sempre bisogna augurarsi di non incrociare mezzi troppo grandi nei punti più stretti del percorso.

Per dovere di cronaca possiamo dirvi che la strada che scende a Navacelles da Blandas è più larga e decisamente meno impegnativa, mentre quella che sale al Belvedere Auriol può presentare qualche problema ( anche se sono allestiti diverse aperture lungo la carreggiata ) La strada è comunque ripida e da affrontare con attenzione.

Giunti al Belvedere Auriol ( tirando un respiro di sollievo ) troverete un parcheggio con posti riservati per camper ( GPS: 43.88739N, 3.508594E ) e un’ottima struttura di accoglienza con spazi espositivi, un ufficio del turismo ( wifi gratuito ) un negozio di vendita prodotti locali e un ristorante con terrazza panoramica, toilette pubbliche. Il centro accoglienza è aperto da marzo a novembre.

Escursione ai mulini de la Foux dal versante nord del Cirque du Navacelle
Escursione ai mulini de la Foux dal versante nord del Cirque du Navacelle

Per chi è più allenato è possibile da qui percorrere tutto il circuito del Cirque de Navacelle ( 12 km in totale – 4.5h ) fino a raggiungere l’altro versante ( ritorno in navetta, solo in stagione )

 

  • AVVERTENZE
    Le cose cambiano nel tempo: le soste gratuite diventano a pagamento, i prezzi aumentano, le aree di sosta cambiano gestione o chiudono, la qualità dei servizi migliora o diventa più scadente. I parcheggi in cui fermarsi con il camper ( le cosiddette soste “tollerate” ) vengono banditi dai comuni. Ci sono periodi dell’anno ( normalmente in alta stagione ) in cui non è possibile fermarsi in sosta libera in alcune delle località descritte ( verifica sempre la data in cui abbiamo visitato la sosta )

Cosa ne pensi di questo post ? E’ stato utile ?

Sei stato anche tu da queste parti e vuoi segnalare qualcosa di utile ai nostri lettori ? Qualcosa è cambiato nel frattempo oppure hai riscontrato degli errori o delle imprecisioni ?

Puoi lasciare un commento nel box che trovi qui sotto e se l’articolo ti è piaciuto ti chiediamo di condividerlo con i tuoi amici attraverso i social media.

La sezione commenti sul nostro blog è molto importante per noi ed è il posto perfetto per fare domande, dire cosa ti piace e cosa non ti piace, se manca qualcosa oppure raccontare le tue esperienze e le tue emozioni. Buona Vita da Pier e Amelie

Leave a Reply

Translate »