La splendida Villa Adriana

with No Comments

Da Manziana seguiamo la SS493 per pochi chilometri fino a giungere a Bracciano, sulle rive dell’omonimo lago. A pochi passi da Roma, costituisce una meta ideale per il weekend dei romani, che possono praticare sport acquatici o fare picnic lungo le sue placide sponde.

In città oggi non troviamo posto a causa del mercato e ci accontentiamo di ammirare in lontananza la fortezza Orsini-Odescalchi che, con la sua struttura pentagonale domina il paese. Ci dirigiamo allora verso Anguillara, poco più a sud, segnalataci come la più graziosa delle cittadine sul lago. Parcheggiamo in uno spiazzo polveroso e pieno di buche, affollato di auto parcheggiate a casaccio ( GPS: 42.09062 – 12.27433 )

Anguillara, sul lago di Bracciano

Tra le architetture degne di nota segnaliamo la cinquecentesca chiesa della Collegiata, situata sul punto più alto del promontorio ove riposa il paese vecchio, e la terrazza limitrofa. Il paese è stato rifatto completamente nel cinquecento; molte case conservano la struttura medievale ad ambienti sovrapposti, non tramezzati, grandi quanto tutto l’edificio e collegati fra loro da una scala centrale che sbocca nel pavimento dell’ambiente superiore.

Per raggiungere Tivoli dobbiamo passare dall’inevitabile raccordo anulare di Roma ( tutte le strade portano a… ) Decidiamo di proposito di transitarvi nel primo pomeriggio nella speranza di evitare il traffico folle in alcune ore del mattino. Ed infatti siamo premiati e in breve tempo ci ritroviamo sulla Via Tiburtina ( uscita 13 del raccordo ) Dopo ventiquattro chilometri raggiungiamo Tivoli, parcheggiando sulla collina.

Ancora una volta ci coglie una profonda delusione per le soste che siamo costretti a documentare. Il camper service è coperto di rifiuti e lo scarico per il wc intasato. L’area dove plausibilmente si dovrebbe sostare è transennata come da lavori di ristrutturazione ma, senza un cartello di termine delle opere, il cantiere ha tutto il sapore dell’abbandono più totale. Immagino gli stranieri sgomenti di fronte a tanto scempio.

Comunque l’enorme parcheggio è quasi vuoto in serata e così decidiamo di fermarci qui per la notte. Il mattino seguente ci troveremo in mezzo ad un dedalo di auto parcheggiate ovunque, anche sul marciapiede di fianco al nostro camper e l’area dedicata allo scarico delle acque grigie ( con tanto di divieto di sosta ) occupata anch’essa da veicoli. E pensare che solo a Tivoli ci sono ben due siti tutelati dall’Unesco ( Villa D’Este e Villa Adriana ) che potrebbero attirare moltissimi turisti in camper ( penso ai Castelli della Loira e alle loro meravigliose aree attrezzate, spesso gratuite )

Con queste premesse, lasciamo tristemente la collina di Tivoli senza nemmeno fare due passi per le vie del centro storico e ci rechiamo nei pressi di Villa Adriana che abbiamo in programma di visitare, grazie all’invito degli amici Stefania e Patrizio che ci hanno accolti a braccia aperte. Patrizio lavora da molti anni a Villa Adriana e sarà un cicerone d’eccezione.

Villa Adriana, patrimonio dell'Unesco, Tivoli

Ci troviamo al cospetto di una delle più grandi e spettacolari Ville mai costruite durante l’Impero Romano. Basti pensare che essa un tempo copriva un’area più grande del centro della Roma Imperiale. Adriano, il suo fondatore, era un viaggiatore incallito e il suo proposito era quello di costruire una villa che riproducesse alcune delle meraviglie che lui aveva visto in giro per il mondo. Abbiamo dedicato una mezza giornata a questa meraviglia, patrimonio dell’Unesco, forse ancora troppo poco conosciuta ai turisti italiani e stranieri


Cosa ne pensi di questo post ? E’ stato utile ?
Se l’articolo ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici attraverso i social media

Puoi anche lasciare un commento nel box che trovi qui sotto. Nulla è peggio della sensazione di parlare ad una platea invisibile o in una stanza vuota. La sezione commenti sul nostro blog è molto importante per noi ed il posto perfetto per farci semplici domande, dirci cosa ti piace e cosa non ti piace, se manca qualcosa oppure semplicemente condividere con noi i tuoi pensieri e le tue esperienze. Buona Vita da Pier e Amelie

Leave a Reply

Translate »