La salita in camper alla piramide del Puy Mary nel Parco dei Vulcani d’Auvergne

Terza ed ultima tappa nel Parco Regionale dei Vulcani d’Auvergne. Se vi siete persi i post precedenti e desiderate approfondire l’argomento ecco dove potete trovarli:

Il Puy-de-Dôme, prima tappa in camper nel Parco Naturale dei vulcani d’Auvergne
Le migliori soste in camper nel Parco Regionale dei Vulcani d’Auvergne – Parte Seconda

Lasciato il villaggio di La Tour-d’Auvergnedopo una ventina di chilometri segnaliamo una deliziosa deviazione per ammirare il bellissimo Château de Val, affacciato sul lago artificiale della Dordogna che nasce sul Puy de Sancy, nel Massiccio Centrale.

Lanobre si trovano le indicazioni che conducono al lago. La Route du Château de Val con un breve tratto tortuoso in lieve pendenza conduce al castello e alla piccola area ricreativa con spiaggia balneabile, tavolini da picnic e i consueti tour operators per  escursioni in barca sul lago.

Un piccolo parcheggio con una decina di posti è stato riservato  ai camperisti poco più a valle ( GPS: 45.442404, 2.510186 ) ma per una breve visita al castello è possibile sostare nel lungo parcheggio riservato alle auto proprio sul lago ( GPS: 45.442733, 2.507809 ) | La polizia su nostra richiesta non ha avuto nulla da obiettare.

Siamo ormai prossimi ai Monti del Cantal, nella parte più meridionale del Parco. Qui si possono esplorare le aree più selvagge e remote del Massiccio Centrale, le cui montagne in origine costituivano un’enorme vulcano, il più grande e antico d’Europa. Il cuore del Massiccio ospita il meraviglioso Puy Mary ( 1787m ) che si può raggiungere in camper attraversando vallate lussureggianti, ricchi pascoli, gole e strade tortuose.

Panorama sulla valle del Cantal nei pressi di Salers

La D922 prosegue verso sud fino a Mauriac da dove si prosegue lungo la dolce e poco trafficata D122 che conduce a Salers ( 830m ) | La cittadina è uno dei pochi villaggi della regione rimasti praticamente inalterati dal Rinascimento. Al di là degli inevitabili negozi di souvenirs è un luogo davvero delizioso per una sosta, possibilmente da godersi durante le dolci sere d’estate. Il panorama che si ammira dal suo balcone naturale sulle dolci vallate del Cantal è davvero impareggiabile.

All’ingresso del paese sono stati allestiti alcuni parcheggi riservati ai camper ( una decina di posti in tutto ) ma qui la sosta notturna non è tollerata e la sola sosta diurna costa 3€ ( GPS: 45.1404, 2.49433 ) | Il campeggio municipale è l’unica sosta possibile in paese, aperto tutto l’anno ma alcune segnalazioni ci dicono che d’inverno i servizi di CS sono sospesi. Tariffe intorno ai 13€  ( GPS: 45.1484, 2.49834 )

Noi ci siamo fermati in sosta libera per il pranzo in un parcheggio sterrato ( GPS: 45.1301, 2.44978 ), circa 4km ad ovest del paese con una splendida vista sulla vallata. E’ un luogo isolato ma con un discreto e rumoroso passaggio di auto a bordo strada. Da qui abbiamo raggiunto Salers comodamente, con una breve escursione in mountain bike.

La nostra sosta nei pressi di Salers

Siamo ormai a pochi chilometri di distanza dal Puy Mary ( Mary’s Peak ) ma non è possibile salire al colle nel pomeriggio poichè le strade di accesso hanno rigide regolamentazioni di accesso per i camper ( chiedere informazioni dettagliate all’ufficio del turismo di Salers )

Una buona sosta in prossimità del passo, tranquilla e con un panorama meraviglioso sulla valle del Cantal è il Col di Neronne ( GPS: 45.15467, 2.591723 ) a 1245m di quota. Sul posto è presente anche un ristorantino e nei dintorni le baite tipiche dei produttori di formaggio locale che ricordiamo è uno dei migliori di Francia. 

Se volete seguire un itinerario originale potete procedere lungo la Strada dei Formaggi, seguendo i cartelli posti lungo le strade d’Auvergne, che collegano fattorie locali e produttori. Un link utile per pianificare il viaggio è www.fromages-aop-auvergne.com dove è possibile anche scaricare un’utile mappa.

Dal Col di Neronne dobbiamo attendere le 12.45 per poter avere accesso al Pas de Peyrol (1589m) La strada infatti si può percorrere in camper a senso alternato ma solo seguendo gli orari prestabiliti. Nonostante ciò la strada da percorrere ( circa 10km ) non ci è parsa troppo impegnativa sia per quanto riguarda la carreggiata che non è particolarmente stretta ( ci sono anche molti disimpegni lungo il cammino ) ma anche per il traffico incrociato ( scarso per essere nel mese di luglio )

Negli ultimi chilometri la salita mette a dura prova il nostro mezzo e ci costringe ad inserire la prima per superare gli ultimi tornanti. Meglio sicuramente questo senso di marcia poiche dall’altra parte la discesa verso Murol è decisamente più morbida.

In cima al colle è difficile parcheggiare ( non sono previsti stalli per camper e i parcheggi sono tutti in forte pendenza ) | Ci siamo sistemati in obliquo, occupando tre posti auto ma per avere la massima sicurezza in sosta. Ricordate in occasioni come queste di utilizzare sempre i cunei per bloccare le ruote e non affidatevi unicamente al freno a mano ! Sul passo non è possibile sostare per la notte.

Dal Pas de Peyrol si sale a piedi verso la meravigliosa piramide del Puy Mary (1787 m) uno dei più carismatici picchi dell’Auvergne. Una ripida scalinata conduce in 30m alla vetta, da cui si può godere di una vista grandiosa a 360° su tutto il Massiccio Centrale.

Per chi proviene da est, per ovviare allo stesso problema dell’orario di salita obbligato, consigliamo la sosta nella piccola ma graziosa Dienne ( GPS: 45.1579, 2.78939 ) di fronte all’ufficio del turismo che ospita un’interessante centro interpretativo sul territorio in una casa cantoniera splendidamente restaurata. 

Links Utili

www.puymary.fr
www.officedetourismepaysdemurat.com

 


Avvertenza

Le località descritte in questo articolo sono state visitate nel mese di Luglio del 2017

Le cose cambiano nel tempo. Le soste gratuite diventano a pagamento, i prezzi aumentano, le aree di sosta cambiano gestione o chiudono, la qualità dei servizi migliora o diventa più scadente. I parcheggi in cui fermarsi con il camper ( le cosiddette soste “tollerate” ) vengono banditi dai comuni. Ci sono periodi dell’anno ( normalmente in alta stagione ) in cui non è possibile fermarsi in sosta libera in alcune delle località descritte ( verifica sempre la data in cui abbiamo visitato la sosta )

Cosa ne pensi di questo post ? E’ stato utile ?

Sei stato anche tu da queste parti e vuoi segnalare qualcosa di utile ai nostri lettori ? Qualcosa è cambiato nel frattempo oppure hai riscontrato degli errori o delle imprecisioni ?

Puoi lasciare un commento nel box che trovi qui sotto e se l’articolo ti è piaciuto ti chiediamo di condividerlo con i tuoi amici attraverso i social media.

La sezione commenti sul nostro blog è molto importante per noi ed è il posto perfetto per fare domande, dire cosa ti piace e cosa non ti piace, se manca qualcosa oppure raccontare le tue esperienze e le tue emozioni. Aspettiamo con ansia il vostro contributo !

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie Maggiori Informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close