In camper nel Parco Naturale des Baronnies per scoprire falchi predatori e villaggi arroccati

with No Comments

Ultimo nato tra i parchi naturali francesi, il Parco Naturale des Baronnies Provencales si estende su un massiccio montuoso tra il dipartimento del Drôme e quello delle Hautes-Alpes ( tra la regione del Rhône-Alpes e la Provence-Alpes-Côte d’Azur )

Al suo interno vivono oltre 200 specie animali protette e oltre 2000 specie vegetali. Abbiamo attraversando le belle Gole dell’Aygues ( Gorges de l’Aygues ) e raggiunto il comune di Rémuzat, per ammirare da vicino l’incredibile colonia di falchi ( vautours, in francese ) che sorvolano questa regione.

La strada statale che percorre le gole non è mai troppo stretta e consente ai camperisti di ammirarle in tutta tranquillità e senza problemi di guida. In alcuni tratti ci si può fermare ed eventualmente fare un bagno rinfrescante in tutta sicurezza nelle numerose piscine naturali formate dal fiume Aygues.

Mappa villaggi nel Parco delle Baronnies Provencales
Mappa villaggi nel Parco delle Baronnies Provencales

Giungiamo in breve a Rémuzat dove troviamo una sosta gratuita immersa nel verde ( GPS: 44.415174N, 5.358502E ) In questo luogo incantato numerosi circuiti escursionistici consentono di avvicinarsi e scoprire meglio i meravigliosi uccelli rapaci che hanno colonizzato la regione.

Nella piazzetta di Rémuzat è installato un telescopio gratuito che consente di scrutare le evoluzioni dei falchi sulla rocca che domina il paese. Presso l’ufficio del turismo è allestita un’esposizione davvero interessante con proiezioni gratuite tutti i giorni. Si organizzano escursioni guidate.

Restiamo qualche giorno per visitare in bicicletta i villaggi arroccati dei dintorni. Molti di essi infatti dovettero resistere in passato alle invasioni dei Longobardi e dei Saraceni. Per questo motivo le case, raggruppate intorno a castelli distrutti e poi ricostruti, testimoniano con le loro stradine strette e acciotolate un passato tumultuoso.

Seguendo la strada statale D61 poco trafficata, raggiungiamo Cornillac, minuscolo borgo arroccato costruito su gradoni di pietra intorno alla chiesa di Santa Maria Maddalena GPS: 44.443528N , 5.387679E ) Dalle sue ripide stradine si possono ammirare scorci sulla vallata circostante e in particolare sul Plateau St.Laurent. Anche questa è una buona base per escursioni nella zona.

Lungo la strada per La Motte-Chalancon scopriamo i laghi del Pas de Ondes, una bella area costruita intorno a due laghetti ( plans d’eau ) dove è possibile pescare in uno e fare il bagno nell’altro ( area sorvegliata dal 9/07 al 21 agosto ) Possibili diverse escursioni nella zona. E’ davvero un bel posto per fermarsi con il camper e trascorrere una piacevole giornata in relax.

Proseguendo si raggiunge La Motte Chalancon, un tipico villaggio medievale fortificato e arroccato su una piccola collina rocciosa. Il borgo si raccoglie intorno alla piazza del Forte ed è dominato dalla chiesa romanica ricostruita nel XVI° secolo e restaurata recentemente. Il mercato del lunedì attira qui molti turisti. Ci sono alcuni campeggi ma non abbiamo verificato i costi per la sosta con il nostro camper.

Il villaggio arroccato di La Motte Chalancon
Il villaggio arroccato di La Motte Chalancon

Le Gole dell’Aygues proseguono all’incirca fino a Verclause ( GPS: 44.378913N, 5.426284E ) dove troverete un comodo camper service nel parcheggio di fronte al Super U ( 2€ ) e sconfinano nel dipartimento delle Hautes-Alpes, in Provenza dove vi consigliamo una visita al piccolo villaggio di Rosans che offre un ampio parcheggio sterrato per camper apo chi passi dal centro ( GPS: 44.392973N , 5.473792E )

Si tratta di un antico villaggio arroccato raccolto intorno alla sua imponente torre romana del XIII° secolo ( monumento storico ). Numerose le case antiche conservate del XV° e XVI° secolo. Nel 1962 il comune ha accolto numerose famiglie provenienti dall’Algeria.

La torre romana quadrata di Rosans
La torre romana quadrata di Rosans
Per maggiori informazioni:
www.baronnie-provencales.fr
www.ladrometourisme.com
www.remuzat-tourisme.com

Leave a Reply

Translate »