20151125_feat-Spain-franco_bank_note

Il costo della vita in Spagna

In questo periodo molti  parlano del Portogallo come paese ideale dove trasferirsi. Ricordiamo che per gli stranieri ( ITALIANI compresi ) che dimostano di vivere in questo paese oltre otto mesi all’anno non vengono applicate le imposte sulla pensione percepita per 10 ANNI ! ( Fonte TG2 Rai di qualche giorno fa )

In questi giorni siamo a Peniscola, situata nella comunità autonoma Valenciana a sud di Barcellona e vogliamo sottolineare anche qui  il costo della vita sia davvero ideale per noi Fulltimers. Lo si capisce anche dal numero eccezionale di camper in sosta da queste parti. Tedeschi, Olandesi, Francesi, Belgi e Inglesi. Noi siamo gli unici italiani presenti. Si parla di centinaia di mezzi in sosta solo in questa località.

Picnic sulla spiaggia del Pebret a Peniscola

Picnic sulla spiaggia del Pebret a Peniscola

Ebbene, ci capita davvero di rado di mangiare fuori ma questa volta su consiglio di amici camperisti siamo andati a mangiare al porto turistico. Lo si raggiunge pedalando lungo una meravigliosa ciclabile che costeggia una spiaggia dorata di dune lunga oltre sette chilometri. Le numerose biciclette che incontriamo sono quasi tutte elettriche e con le borse ai lati per portare la spesa. Sono i mezzi più utilizzati dai camperisti che in questa stagione sono gli unici turisti della zona. Il fascino di questi luoghi è in parte legato alla sensazione di vivere in una realtà a misura d’uomo, lontano dal chiasso e dalla folla che d’estate assalta queste belle località di mare.

Raggiungiamo il locale che alle due del pomeriggio è superaffollato. Come sempre troviamo biciclette parcheggiate ovunque e molte facce note. La ragione è semplice, qui si mangia in abbondanza con 3€ a testa. Ebbene si. Una paella alla Valenciana e un dolce più pane e contorno si pagano 3€. Il coperto non si paga. Una coca cola in lattina servita al tavolo costa 1.5€ Mangiamo in due con 7.5€

Tornando a “casa” ci fermiamo a comprare la frutta pagando 0.50€ per un chilo di arance. Le patate costano 0.28€ al chilo. Voglio anche ricordare che qui paghiamo la bombola del gas per cucinare 11.23€ mentre in Italia, in Liguria ( località turistica di mare ) la pago 30-32€

E che dire del diesel che qui scende sotto l’euro, a 0,90€/litro. E se vogliamo proprio dirla tutta…che dire del clima, che oggi 25 novembre, ha sfiorato i 23 gradi e le giornate di sole superano i 300 giorni all’anno ?

Adesso capisco perchè molti pensionati dal nord europa vengono a svernare da queste parti. Non riesco a capire perchè noi italiani continuiamo a lamentarci del nostro paese ma da li non ci spostiamo…

Tags: No tags

12 Responses

Vuoi lasciare un commento ?

Your email address will not be published. Required fields are marked *