Il centro bizantino di Scalea

with No Comments

Oggi “lunga tappa” di trasferimento perchè la SS447 verso Palinuro non ci ha regalato grandi scorci o soste interessanti. Nonostante ci ritroviamo a costeggiare il mare, il territorio non ci è piaciuto particolarmente e abbiamo preferito proseguire. Unica tappa significativa la facciamo ad Ascea, nella Piana di Velia presso il sito archeologico patrimonio dell’Unesco.

L’ampio parcheggio riservato a bus e camper è ideale per il pranzo ( GPS: 40.15852 – 15.15469 ) Riprendiamo il nostro cammino nel primo pomeriggio evitando Palinuro e Marina di Camerota che, seppur celebri o celebrate sono località dove fare sosta libera non è così semplice o consigliato.

Attraversiamo velocemente il Parco Nazionale del Cilento utilizzando la veloce SP430 che in breve ci riporta alla costa quasi al confine con la Basilicata. Una segnalazione ci indicava Sapri come possibile sosta ( GPS: 40.07105 – 15.63237 ) ma francamente il parcheggio dello stadio, piuttosto isolato in questa stagione, non ci ha fatto una buona impressione.

Riprendiamo il cammino ed entriamo in Basilicata seguendo la costa che conduce a Maratea, lungo una meravigliosa e tortuosa SS18 che fiancheggia il Golfo di Policastro. Trovare un punto per fermarsi non è facile e decidiamo di proseguire godendoci “on the road” la bellezza del panorama.

In breve raggiungiamo Scalea dove faremo sosta presso l’accogliente Sosta Camper Zio Tom ( GPS: 39.79545 – 15.79293 ) proprio di fronte al mare. Nonostante sia aperto tutto l’anno, saremo gli unici occupanti per i giorni a seguire. Scalea non è particolarmente attraente, se non forse per la sua spiaggia ma il centro storico merita una visita. A noi è piaciuto davvero molto, con le sue viuzze strette e le ripide scalinate tipiche di un antico borgo marinaro.

Centro storico di Scalea

Resti bizantini si possono ritrovare tra le abitazioni ben ristrutturate del borgo che soprattutto d’estate si anima con numerosi locali e ristorantini affacciati sui vicoli e su pittoresche piazzette ben conservate. Il Parco Nazionale del Pollino, il più grande d’Italia è proprio alle nostro spalle. Una delle esperienze più memorabili che potrete fare da queste parti è il rafting lungo lo spettacolare fiume Lao prenotando a Scalea presso il Centro Lao Action Raft


Cosa ne pensi di questo post ? E’ stato utile ?
Se l’articolo ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici attraverso i social media

Puoi anche lasciare un commento nel box che trovi qui sotto. Nulla è peggio della sensazione di parlare ad una platea invisibile o in una stanza vuota. La sezione commenti sul nostro blog è molto importante per noi ed il posto perfetto per farci semplici domande, dirci cosa ti piace e cosa non ti piace, se manca qualcosa oppure semplicemente condividere con noi i tuoi pensieri e le tue esperienze. Buona Vita da Pier e Amelie

Leave a Reply

Translate »