I laghi artificiali del Parco Regionale del Verdon: ecco dove sostare in camper

with No Comments

I laghi artificiali nel Parco Regionale del Verdon vennero realizzati nella seconda metà del XX° secolo per fornire corrente elettrica e irrigazione ai villaggi circostanti e alle grandi città come Aix-en-Provence e Tolone e oggi sono una grande risorsa per il turismo del paese.

In totale sono cinque spettacolari laghi di montagna che offrono ai visitatori una location spettacolare per la pratica degli sport acquatici o per godersi il sole sulle spiagge acciottolate. Noi ne abbiamo visitati alcuni e come sempre vi segnaliamo le soste più interessanti della zona.

Cartina che illustra le soste nel distretto dei laghi
Cartina che illustra le soste nel distretto dei laghi

Il più grande di tutti i laghi è quello di Ste-Croix che si distende 5 km a sudovest di Moustiers Ste-Marie.
Alcuni pittoreschi villaggi punteggiano le sue rive e tra questi vi suggeriamo una piccola sosta a Ste-Croix de Verdon ( 525m ), l’unico che si affaccia sulle rive occidentali del lago ( GPS: 43.75944N, 6.15194E ) D’estate qui è possibile noleggiare ogni sorta di attrezzature per la pratica degli sport nautici. Ricordate che sul lago è vietata la circolazione di veicoli a motore.

Il villaggio di Sainte Croix du Verdon
Il villaggio di Sainte Croix du Verdon

Da Ste-Croix de Verdon abbiamo percorso in bicicletta la D111 fino al piccolo, delizioso villaggio di Bauduen. La strada corre sinuosa e non troppo trafficata lungo le rive del lago, offrendo splendidi scorci sulle meravigliose acque verde smeraldo. Qui segnaliamo una possibilità di parcheggio in fondo al paese ( GPS: 43.7339N, 6.174646E )

Poco distante dal lago, situato al margine meridionale del vasto altipiano di Valensone, Riez è un piccolo villaggio incontaminato con numerosi piccoli negozi che vendono ceramiche, miele e lavanda. Le facciate Rinascimentali delle dimore riflettono il suo grande passato. Quattro grandi colonne di granito, resti di un antico tempio dedicato ad Apollo vi daranno inoltre l’opportunità di scoprire le origini Romane di quest’area. Noi ci siamo fermati nell’ampio parcheggio asfaltato a pochi passi dal centro storico. Sette posti delimitati per camper sono forniti gratuitamente dal comune compreso il camper service ( GPS: 43.81650N, 6.09188E )

Per una vista spettacolare sul lago di Sainte-Croix vi consigliamo una tappa a Baudinard-sur-Verdon, dove un’antica cappella offre un balcone privilegiato sulle acque turchesi e le montagne circostanti. Noi ci siamo arrivati in bicicletta, passando da Artignosc, dove a maggio si celebra la “Festa del pane” con canti e balli tradizionali e bancarelle di prodotti artigianali della zona.

Festa del pane ad Artignosc
Festa del pane ad Artignosc
Il lago di Quinson

Il piccolo lago di Quinson si trova a circa un chilometro a sud del villaggio omonimo. E’ una località che ci piace visitare spesso, dall’atmosfera più tranquilla e rilassata ai piedi meridionali delle basse Gole del Verdon. Qui ha sede il bellissimo Museo della Preistoria ( www.museeprehistoire.com ) creato dall’architetto inglese Norman Foster. Le tecniche utilizzate per la realizzazione museografica ne fanno un vero museo all’avanguardia.

In luglio e agosto vengono organizzate escursioni alla “Grotte de la Baume Bonne”, una caverna preistorica scoperta dagli archeologi negli anni ’60. La sosta è consentita a pochi mezzi nel parcheggio gratuito del Museo ( GPS: 43.69801N, 6.03911E ) Da qui inoltre si dipartono sentieri per belle escursioni lungo le Basse Gole del Verdon.

Il lago di Esparron

In bicicletta abbiamo poi raggiunto Esparron-de-Verdon, affacciato sull’omonimo lago. Il villaggio dista soli 11km da Quinson e il percorso si presenta piuttosto pianeggiante e poco impegnativo. Noi lo abbiamo visitato a maggio e ancora la stagione estiva non è cominciata: i pedalò sono tutti fermi in attesa dei vacanzieri del fine settimana e anche il bateaux chiamato “la perla del Verdon” è ormeggiato in attesa, nonostante ci siano già molti turisti venuti a fare picnic sulle rive del lago.

Alcuni scendono in acqua con le loro canoe gonfiabili ( noi stiamo pensando di attrezzarci in proposito )  e il sole è davvero molto caldo. Qualcuno si azzarda in un bagno fuori programma, nonostante l’acqua ancora troppo fredda. Qui troverete numerosi parcheggi a pagamento con spazi riservati anche per il vostro camper ( GPS: 43.74277N, 5.9734E ) Presso l’ufficio del turismo chiedete informazioni sul Sentiero Botanico d’Esparron lungo 4 km e percorribile in un paio d’ore, in parte costeggiando il lago.

Una veduta del villaggio di Esparron du Verdon
Una veduta del villaggio di Esparron du Verdon

Leave a Reply

Translate »