Ma chi sono i fulltimers ?

Ma chi sono i fulltimers ?

La maggior parte delle persone oggi non sa esattamente cosa significhi il termine “fulltimers” e di sicuro in Italia la cultura del fulltimer è davvero poco diffusa o praticata. Certo, ormai dovremmo essere abituati alla terminologia anglosassone, forse davvero troppo abusata, ma questo neologismo non trova praticamente riscontro nel nostro vocabolario di italiano.

Sappiamo per certo cosa sono i lavoratori part-time, i full-time ( a tempo indeterminato ), ma i fulltimers ? Chiunque può essere un fulltimer: lavoratori o disoccupati; giovani e meno giovani, pensionati e casalinghe.

Fulltimers sono tutti coloro che vivono a tempo pieno o per lunghi periodi dell’anno a bordo di furgoni, camper ( motorhome in inglese ), roulottes, veicoli ricreazionali ( termine più utilizzato dagli americani con l’acronimo RV Ricreational Vans o Vehicle ) o perfino camion adattati ad uso abitativo, scegliendo strutture come aree di sosta, campeggi o in molti casi vivendo “on the road”, semplicemente sulla strada.

In Camargue, Provenza, nella spiaggia di Piemanson.
Fulltimers in Camargue, Provenza, sulla spiaggia di Piemanson.

Oggi nessuno sa realmente quanti fulltimers ci siano in Europa. E’ davvero difficile farne un censimento, ma sono davvero numerosi e in continua crescita. Non pensate soltanto ai pensionati, che rappresentano la stragrande maggioranza dei fulltimers. Sono molti coloro che utilizzano il camper per fare lavori stagionali oppure, grazie alla moderna tecnologia, si trasformano nei cosiddetti “nomadi digitali” e utilizzano il loro camper come ufficio per lavorare.

L’odierna crisi, soprattutto in Italia, sta creando poi il fenomeno dei fulltimers per necessità. Una triste condizione delle classi meno abbienti che hanno perso il lavoro, la casa o la famiglia e sono costretti a trovare rifugio a bordo di roulottes o vecchi camper. Ne abbiamo visti molti quest’anno in giro per la nostra penisola. Spesso vivono all’interno del mezzo con le finestre chiuse, cercando di non dare troppo nell’occhio, forse per timore di essere allontanati dal luogo in cui soggiornano.

Infatti questo stile di vita, nella maggior parte dei casi è associato a quello degli zingari, o al massimo dei circensi. La gente nomade spesso non viene vista di buon occhio dai “comuni” cittadini e subito si pensa di avere a che fare con sbandati, ladri, balordi o disadattati. Anche in questo caso, purtroppo, l’occhio vuole la sua parte e se il veicolo a bordo del quale abbiamo deciso di vivere non è all’altezza della società che ci ospita allora si diventa persone “non gradite”.

Un vecchio camper magari un pò sgangherato o un furgone di vecchia data non sono visti di buon occhio nelle piazze o lungo le nostre vie cittadine, figuriamoci nei piccoli paesi o nelle località turistiche. Eppure spesso molti si avvicinano a questo “stile di vita” proprio acquistando mezzi economici, adattandoli al meglio per le proprie esigenze. Non tutti possono permettersi lussuosi motorhome super accessoriati ( anche se moltissimi pensionati del Nord Europa vivono e viaggiano su queste splendide case a quattro ruote )

Fulltimers in Camargue, Provenza, nella spiaggia di Piemanson.

Ma tornando ai fulltimers per scelta, possiamo tranquillamente sostenere che al giorno d’oggi i motorhome possono offrire comodità pari a quelle di una normale abitazione. Ce ne sono una infinità di modelli per tutte le tasche e il mercato dell’usato è davvero ricco di occasioni. Tutto ciò ha reso molto più facile per la gente comune vivere una vera avventura di vita “on the road” o più semplicemente abbandonare il lavoro e lo stress che accompagnano spesso la vita “normale” di tutti i giorni.

I fulltimers possono godere di uno stile di vita privilegiato e ad un costo davvero molto basso. Basti pensare soltanto alla possibilità  di vivere affacciati sull’oceano, o vicino ad una bella spiaggia oppure di poter spostare la propria casa da una meravigliosa posizione ad un’altra in un solo battito di ciglia !

Lo psicologo Vanda Perini definisce i Poeti del vivere gli uomini e le donne capaci di inseguire un sogno con tenacia.  Sono persone che trovano il coraggio di operare scelte tagliando di netto con la propria vita perché guidati da un sogno ritenuto irrinunciabile. Spesso abbiamo incontrato queste persone meravigliose tra le migliaia di fulltimers in giro per l’Europa.


Cosa ne pensi di questo post ? E’ stato utile ?
Se l’articolo ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici attraverso i social media

Puoi anche lasciare un commento nel box che trovi qui sotto. Nulla è peggio della sensazione di parlare ad una platea invisibile o in una stanza vuota. La sezione commenti sul nostro blog è molto importante per noi ed il posto perfetto per farci semplici domande, dirci cosa ti piace e cosa non ti piace, se manca qualcosa oppure semplicemente condividere con noi i tuoi pensieri e le tue esperienze. Buona Vita da Pier e Amelie



6 thoughts on “Ma chi sono i fulltimers ?”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie Maggiori Informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close