Cosa fare a Le Boulou in attesa di riparare il nostro Webasto !

with No Comments

La sosta a LE BOULOU è per noi sempre piacevole, anche se non possiamo classificarla tra le migliori che abbiamo incontrato ( GPS: 42.52719N , 2.83704E ) 

Comunque questa tappa sul cammino verso la Spagna è sempre molto frequentata da camperisti e fulltimers, forse per l’atmosfera rilassata della sua anima Catalana o il clima dolce in tutte le stagioni

Cartina dei Pyrénées Orientales al confine con la Spagna
Cartina dei Pyrénées Orientales al confine con la Spagna

Il villaggio di Le Boulou è situato in una posizione strategica, a soli quindici chilometri dal mare e con un microclima temperato tutto l’anno. Ci troviamo nel cuore dei Pirenei Orientali, ormai prossimi al confine spagnolo,a pochi passi da Perpignan e dalle caratteristiche località lungo la costa come Collioure.

Una bella pista ciclabile a pochi passi dalla nostra sosta segue la promenade du Tech fino al laghetto artificiale di St.Jean Pla de Corts che ospita un impianto sportivo per la pratica del wakeboard e dello sci d’acqua con rampe per salti e acrobazie ( aperto solamente durante la stagione estiva )

Il laghetto artificiale di St.Jean Pla de Corts visto dalla ciclabile
Il laghetto artificiale di St.Jean Pla de Corts visto dalla ciclabile

Un’altro percorso è quello che consente di raggiungere Argelès-sur-Mer, seguendo la pista ciclabile che congiunge Le Boulou al mare. Sono circa 18 chilometri di tracciato ( solo andata ) ben segnalati e solo in alcuni tratti non protetto dal traffico.

La pista segue la trafficata D618 lungo una pianura poco interessante dal punto di vista paesaggistico ma che attraversa alcune località piacevoli, che ospitano agriturismi e maneggi. Il pretesto però è quello di raggiungere facilmente il mare evitando la strada principale.

Mentre stiamo scrivendo, siamo in attesa di riparare il nostro impianto di riscaldamento a gasolio ( WEBASTO ) che da qualche tempo non funziona. Ci siamo rivolti presso l’officina Evasion 66 che si trova nella vicina Ceret nella speranza di risolvere il problema.

L’impianto è stato smontato nei giorni scorsi a Narbonne, dove ci eravamo rivolti alla gigantesca sede della Renault Trucks. Una volta sul banco i meccanici ci hanno risposto che non sapevano che pesci prendere e che non erano attrezzati per il check al computer del pezzo !

Vi lasciamo con un piccolo video girato qui proprio un anno fa. Buona Visione !

 

  • AVVERTENZE
    Le cose cambiano nel tempo: le soste gratuite diventano a pagamento, i prezzi aumentano, le aree di sosta cambiano gestione o chiudono, la qualità dei servizi migliora o diventa più scadente. I parcheggi in cui fermarsi con il camper ( le cosiddette soste “tollerate” ) vengono banditi dai comuni. Ci sono periodi dell’anno ( normalmente in alta stagione ) in cui non è possibile fermarsi in sosta libera in alcune delle località descritte ( verifica sempre la data in cui abbiamo visitato la sosta )

Cosa ne pensi di questo post ? E’ stato utile ?

Sei stato anche tu da queste parti e vuoi segnalare qualcosa di utile ai nostri lettori ? Qualcosa è cambiato nel frattempo oppure hai riscontrato degli errori o delle imprecisioni ?

Puoi lasciare un commento nel box che trovi qui sotto e se l’articolo ti è piaciuto ti chiediamo di condividerlo con i tuoi amici attraverso i social media.

La sezione commenti sul nostro blog è molto importante per noi ed è il posto perfetto per fare domande, dire cosa ti piace e cosa non ti piace, se manca qualcosa oppure raccontare le tue esperienze e le tue emozioni. Buona Vita da Pier e Amelie

Leave a Reply

Translate »