Consigli per la sosta libera in camper sull’isola di Rügen

Consigli per la sosta libera in camper sull’isola di Rügen

with 2 Comments

Lungo le coste del Mar Baltico visitiamo Rügen, la più grande isola della Germania, probabilmente la più bella e ricca di paesaggi diversi che spaziano dalle famose scogliere bianche di Stubbenkammer, immortalate dal pittore Caspar David Friedrich alle rigogliose e verdeggianti colline, dalle antiche foreste di faggi nel Parco Naturale di Jasmund alle lunghe spiagge incontaminate.

L’isola è presa d’assalto da migliaia di vacanzieri ( per la maggior parte tedeschi ) nel periodo di alta stagione e nonostante i quasi 600 km di coste non sempre è facile trovare un posto dove poter fare sosta libera in camper. Sull’isola non mancano invece le strutture a pagamento tra campeggi e aree di sosta ma noi vogliamo darvi qualche dritta per fermarvi qualche giorno in sosta libera per visitare comodamente l’isola.


Dove siamo ?

In italiano si parla di Meclemburgo-Pomerania Anteriore, sesto stato della Germania per dimensioni, affacciato sul Mar Baltico. Con molte isole e località turistico-balneari la costa è stata una piacevole scoperta lungo il nostro cammino verso la Polonia.

Foreste, laghi e antiche città medievali tutti da scoprire in questo angolo di Germania, forse meno battuto dagli amici camperisti e furgonati. Gli amanti della natura, ciclisti e camminatori troveranno sicuramente pane per i loro denti. Per gli appassionati di storia molti antichi palazzi e città anseatiche meritano sicuramente una visita

Come arrivare

Collegata alla terraferma nel 1936 da un ponte stradale e ferroviario chiamato Rügendamm che unisce l’isola alla città di Stralsund, l’isola di Rügen è dunque facilmente raggiungibile senza pagare alcun tipo di pedaggio. La prima sosta che vi consigliamo la trovate proprio pochi chilometri dopo aver attraversato lo stretto, nei pressi di un’area residenziale ancora in via di sviluppo. La località è denominata Drigge 2 e non sappiamo ancora per quanto sarà tollerata la sosta libera da queste parti ma per il momento il posto è uno dei pochi “scoperti” a pochi passi dal mare ( GPS: N54.29674° E13.19457° )

Ci troviamo nella parte meridionale dell’isola, meno frequentata dalle orde di turisti che si spingono più a nord lungo le spiagge e a visitare il Parco Naturale di Jasmund. Si tratta comunque di un’ottima tappa per la notte, davvero tranquilla e immersa nel verde. Non ci sono servizi in loco e come sempre il nostro appello è quello di lasciare intatta l’area…

Sosta libera in camper a Drigge 2

La cittadina di Putbus

A soli 20 chilometri di distanza da Drigge, si incontra la cittadina di Putbus che sembra uscita da un’altro secolo con la sua gigantesca piazza circolare del XIX secolo e i 16 edifici bianchi in stile neoclassico che ne circondano il perimetro. Non capiamo esattamente a cosa siano adibiti ma sono decisamente pittoreschi nel contesto agricolo degli altri villaggi dell’isola.

La sosta che abbiamo utilizzato per visitare la cittadina è uno dei pochi parcheggi ancora non a pagamento proprio accanto allo splendido parco inglese che offre una location ideale per una passeggiata o un picnic. In estate si tengono recital e concerti all’aperto o nel vicino teatro costruito nel 1819. Il parcheggio non è propriamente adatto ad una sosta notturna anche se ci sono spazi riservati a mezzi pesanti e dunque di lunghezza idonea ad un camper. Per van e furgonati nessun problema di sosta, come sempre ( GPS: 54.34818, 13.47435 ). Sul posto abbiamo trovato dei WC chimici ma chiusi con un lucchetto

Amelie nel parco inglese di Putbus

Il Parco Naturale di Jasmund

Situato nella parte nord-orientale dell’isola si incontra il Parco Nazionale di Jasmund divenuto popolare all’inizio del XIX secolo grazie ai famosi dipinti del pittore romantico Caspar David Friedrich che immortalò le sue bianche scogliere calcaree. Per visitare il Parco bisogna lasciare il camper in sosta nel parcheggio a pagamento di Hagen ( 4.5€ / 24h ) senza servizi ( GPS: N54.56229° E13.62436° ) Da qui parte una navetta oppure è possibile procedere a piedi attraverso la foresta fino all’ingresso ( a pagamento ) dello Stubbenkammer ( circa 2.5 km )

La falesia più visitata è quella denominata Königsstuhl ( Il trono del Re ) che raggiunge ben 117m di altezza, il punto più alto dell’isola sopra il Mar Baltico. Per poterla ammirare dovrete pagare un’ingresso secondo noi piuttosto salato ( 9€ a persona ) e forse vale la pena fare qualche passo in più nella foresta e raggiungere un pò più a est il Victoria-Sicht ( Punto panoramico di Victoria ) che offre forse la veduta migliore della scogliera e senza pagare nulla !

Il Parco di Jasmund è il più piccolo dei parchi nazionali della Germania ma merita una visita anche per la sua foresta dei faggi, oggi inserita dall’UNESCO come patrimonio mondiale dell’umanità tra le “Foreste primordiali dei faggi dei Carpazi e le antiche foreste dei faggi di Germania”.

La foresta di faggi patrimonio dell’Unesco a Jasmund

Escursione in MTB o bicicletta

La sosta che vi indichiamo è un piccolo parcheggio gratuito lungo la strada L30 che conduce a Putgarden ( GPS: N54.55027° E13.52690° ). Qui potete fermarvi anche per la notte ma la strada è un pò trafficata. Proprio sopra di voi passa la ciclabile abbastanza ben segnalata che vi condurrà nel cuore della foresta di faggi del Parco di Jasmund fino all’ingresso principale ( 24 km a/r ) La pista ciclabile attraversa paesaggi incantevoli e incontaminati e vale sicuramente dedicarci una mezza giornata.

La sosta per la notte che vi consigliamo è ideale per furgoni o van, ma francamente noi ci siamo fermati anche con il nostro camper da 7.15 metri ! Nel vicino paesino di Bobbin, proprio dietro la bella chiesetta trovate un piccolo parcheggio per auto praticamente deserto e poco frequentato dove poter sostare in assoluta tranquillità. Accanto al parcheggio una fattoria offre una selezione di prodotti, in particolare mele. L’accesso può sembrare difficile o impegnativo ma in realtà si tratta di una piccola rampa su sanpietrini in leggera salita; la stradina è un pò stretta ma breve da percorrere ( GPS: 54.55454, E13.52786 ) | Se cercate bene…trovate anche acqua per il vostro mezzo !

La chiesa di Bobbins

La delusione di Capo Arkona

Qualche chilometro più a nord del Parco Nazionale di Jasmund le frastagliate scogliere di Capo Arkona si tuffano nel Mar Baltico in quello che un tempo era il punto più settentrionale della Germania Est, prima della riunificazione. Abbiamo cercato inutilmente una sosta libera anche per fare una breve escursione ma tutta l’area è a pagamento. I mezzi a motore non autorizzati si fermano nel parcheggio a pagamento senza servizi ( 8€/24H ! ) a ridosso del villaggio di Putgarden ( GPS: N54.67138° E13.40789° ) | Da qui si può proseguire con un trenino ( 2€ ) oppure a piedi per un chilometro e mezzo.

Sulle scogliere del Capo si incontrano due fari importanti: lo Schinkel-Leuchtturm, completato nel 1827 e uno dei più vecchi fari ancora esistenti del mar Baltico e il Neuer Leuchtturm, di forma cilindrica, in funzione fin dal 1902. Noi abbiamo rinunciato a visitarli perchè non abbiamo trovato alcuna sosta compatibile in questo tratto di penisola. Molti accessi alla costa sono consentiti alle autovetture ma con evidenti divieti di accesso ai camper. Per furgonati e vanlifer non ci dovrebbero essere problemi per la sosta diurna ma attenzione ad eventuali divieti per la notte.

Camper Service e wifi sull’isola

Se avete bisogno di fare esclusivamente CS ( Camper Service ) vi segnaliamo l’area attrezzata De Klomp di recente apertura, gestita da un olandese (15€ piazzole piccole/18€ grandi con tutti i servizi inclusi ). Il prezzo per il solo CS sarebbe di 4€ ma per il solo carico di acqua mi fa pagare 0.50c / 50lt. Ci sembra un prezzo onesto ( GPS: N54.56836° E13.45900° )

Se avete bisogno di un buon wifi “al volo” potete fermarvi presso l’area “Wohnmobil-Oase”. Parcheggiando all’esterno, davanti all’ingresso potete usufruire del suo potente wifi gratuito. Qui per il solo CS ( Camper Service ) vi chiederanno 4.5€ ( un tantino caro, ma allineato allo standard dell’area ) ( GPS: N54.44809° E13.55962° )


Avvertenza

Le località descritte in questo articolo sono state visitate nel periodo di Giugno del 2019

Le cose cambiano nel tempo: le soste gratuite diventano a pagamento, i prezzi aumentano, le aree di sosta cambiano gestione o chiudono, la qualità dei servizi migliora o diventa più scadente. I parcheggi in cui fermarsi con il camper ( le cosiddette soste “tollerate” ) vengono banditi dai comuni. Ci sono periodi dell’anno ( normalmente in alta stagione ) in cui non è possibile fermarsi in sosta libera in alcune delle località descritte

Cosa ne pensi di questo post ?

E’ stato utile ?

Sei stato anche tu da queste parti e vuoi segnalare qualcosa di utile ai nostri lettori ? Qualcosa è cambiato nel frattempo oppure hai riscontrato degli errori o delle imprecisioni ?

Puoi lasciare un commento nel box che trovi qui sotto e se l’articolo ti è piaciuto ti chiediamo di condividerlo con i tuoi amici attraverso i social media.

La sezione commenti sul nostro blog è molto importante per noi ed è il posto perfetto per fare domande, dire cosa ti piace e cosa non ti piace, se manca qualcosa oppure raccontare le tue esperienze e le tue emozioni. Aspettiamo con ansia il vostro contributo !

Per maggiori informazioni:

2 Responses

  1. Guido
    | Reply

    Ciao ragazzi, ottimi suggerimenti i vostri. Vedo che vi state spostando sempre più a est. Non mancate la Polonia e soprattutto la regione della Masuria (anche se vi arriverete in piena estate e quindi affollata). Io l’anno scorso ho raggiunto la Estonia, ma passando per Ungheria e Slovacchia e quindi Polonia. Se volete qualche suggerimento, volentieri. Ciao

    • Pier Galliano
      | Reply

      Ciao Guido abbiamo già attraversato tutta la Polonia e fatto in parte la regione dei Laghi. i video e i post che scriviamo sono ovviamente programmati ed escono in ritardo rispetto al nostro piano di marcia… Adesso siamo in Lituania diretti verso nord. Se hai dei buoni consigli sono sempre ben accetti 😀

Leave a Reply

Translate »