Amelia Castello Featured.jpg

Nel sudovest della Galizia: scopri dove sostare tra Baiona e Nigran

Il 1° marzo 1493, Baiona fu il primo porto d’Europa a ricevere la notizia della scoperta dell’America. Proprio qui infatti sbarcò la caravella “La Pinta” condotta da Alonso Pinzòn. Nel porto è ancorata una replica della caravella, adornata al suo interno da tutti gli elementi dell’epoca colombiana. Ogni anno, l’ultima settimana di marzo, si celebra questa importante ricorrenza con una grande manifestazione di interesse nazionale: la Festa da Arribada

Amelie posa davanti all'antica Torre de Menagem

Sosta libera in camper a Redondo, nel distretto portoghese di Evora

La città medievale di Redondo si trova al centro di una importante regione vinicola dell’Alentejo, nel distretto di Evora.
 
Inoltre questa località è rinomata per le sue ceramiche: le famiglie locali lavorano per produrre caraffe, casseruole e tazze dipinte con motivi artistici popolari di carattere umoristico. I prodotti sono in vendita all’esterno delle piccole abitazioni bianche che conducono alle rovine del castello fondato dal Re Dinis

Amelie nel Castello di Monsaraz

Monsaraz, meravigliosa città arroccata dell’Alentejo. Scopri dove fare sosta libera in camper

Ci troviamo a soli tre chilometri dal fiume Guadiana che, scorrendo placido, segna il confine tra la Spagna e il Portogallo. La regione che stiamo attraversando è l’Alentejo Portoghese che già in passato ci aveva incantato per la sua bellezza.

Qui i terreni ricchi di ardesia favoriscono l’abbondanza di cisto ladanifero, la cui resina è usata in profumeria per le sue notevoli proprietà olfattive. Monsaraz deriva il suo nome dall’arabo “saris” che indica proprio questa pianta

Chiesetta Ameixial Featured.jpg

Sosta libera in camper a Ameixial, dove comincia l’Alentejo portoghese

Ameixial conserva ancora lo spirito autentico degli antichi villaggi rurali del Portogallo. Un luogo idilliaco, ideale per lunghe passeggiate o escursioni nella zona. Da non perdere l’annuale Walking Festival che si tiene verso la fine di aprile. Per il resto possiamo invitarvi qui per godere del paesaggio, rilassarvi e trascorrere qualche giorno in assoluta tranquillità. Che cosa desiderare di più ?
 

Cacela Velha nel Parco Naturale da Ria Formosa

Le migliori soste in camper nel Parco Naturale da Ria Formosa

Il Parco Naturale del Ria Formosa è costituito da un complesso sistema di canali e lagune che si estende per 18.000 ettari e ben 60 chilometri di costa, a partire dall’abitato di Cacela Velha fino all’estremità occidentale di Faro. La varietà degli ecosistemi presenti attrae diverse specie di animali, tra cui numerosi uccelli. Uno dei più rari è il pollo sultano, simbolo del Parco Naturale, che non è possibile osservare in nessun altro luogo del paese

Ritratto Amici Castellar.jpg

Sosta libera in camper a Castellar de la Frontera ( Cádiz, Andalusia )

Castellar de la Frontera è un delizioso e tranquillo “pueblo blanco” che ci accoglie con la sua area attrezzata e gratuita all’interno del Parco Naturale los Alcornocales. A pochi chilometri di distanza, posto su uno sperone roccioso tra i fiumi Guadarranque e Hozgarganta, sorge l’antico borgo fortificato di Castellar Viejo. Dalle sue ripide alture è possibile ammirare nelle giornate più terse, la baia di Algeciras, la Rocca di Gibilterra e perfino le coste africane

Amelie di fianco al nostra camper presso la Isleta del Moro

Il Parco Naturale di Cabo de Gata-Nijar. Scopri dove fare sosta libera in camper

Non appena si entra in Andalusia, a soli 50 km in linea d’aria dal confine con la regione di Murcia si incontra lo spettacolare promontorio del Parco naturale Cabo de Gata-Nijar. Alte scogliere di roccia vulcanica, dune di sabbia, saline e insenature nascoste caratterizzano questa meraviglia della natura che si estende lungo la costa del Mediterraneo per quasi 60 chilometri

Sosta Libera Camion Amelie Dipinge.jpg

Sosta libera in camper a Cañada de Gallego ( Murcia )

Cañada de Gallego è un piccolo villaggio a ridosso del Parque Regional Cabo Cope. La piana su cui si affaccia è ricca di coltivazioni di pomodori e le serre sono ormai parte integrante del paesaggio. Il litorale fino a Bolnuevo però risulta essere uno dei meglio preservati di tutto il Mediterraneo con spiagge da sogno, paradiso dei nudisti. Cale e calette con un mare dall’acqua cristallina